Pre Match
STADIO

Roma VS Bologna - Pre match

I giallorossi devono tornare a vincere subito anche in campionato per arrivare alla sosta in tranquillità e riuscire a recuperare qualche giocatore in vista del filotto di partite prenatalizie. (di Francesco Giovannetti)
Redazione de Il Legionario
inserita un anno fa
759
7:00
293333
La vittoria esterna di Vienna di giovedì, arrivata in condizioni piuttosto estreme visti i tanti infortuni soprattutto in difesa, può essere molto utile specialmente a livello psicologico: alle dichiarazioni della vigilia di Spalletti, che aveva detto di vedere una squadra che voleva vincere nonostante tutte le difficoltà, ha fatto seguito una prova convincente ed autoritaria. Dopo il gol subito in apertura la Roma ha giocato una gara intelligente, ribaltando in fretta la partita e riuscendo a gestire il risultato considerando anche il modesto valore dell’avversario.

Ora i giallorossi devono tornare a vincere subito anche in campionato, dove la battuta d’arresto di Empoli dev’essere cancellata da una prova convincente come quella infrasettimanale per arrivare alla sosta in tranquillità e riuscire a recuperare qualche giocatore in vista del filotto di partite prenatalizie. Il Bologna arriva con qualche assente di lusso ma una struttura di gioco da non sottovalutare, sotto la guida di quel Donadoni tanto bistrattato ma che si sta col tempo prendendo le sue rivincite.

Tra i pali rossoblu ci sarà ancora Da Costa, diventato titolare partendo da terzo portiere visti i problemi cardiaci di Mirante ed il lungo infortunio di Gomis: davanti a lui difesa a quattro con Torosidis e Maietta che hanno lavorato a parte e non dovrebbero essere titolari. Krafth e Masina dunque sugli esterni, con Helander affiancato più da Oikonomou che da Ferrari.
A centrocampo Dzemaili e Taider confermati come interni, Donadoni deve scegliere a chi affidare le chiavi della regia: favorito l’ungherese Nagy su Pulgar e l’altro ex Viviani.
In attacco fuori a lungo Verdi, sembrerebbe non essere del match neanche Mattia Destro, che potrebbe essere lasciato a riposo per recuperarlo pienamente dopo la sosta: Sadiq sembra in vantaggio su Floccari, con Rizzo e Krejci a completare il tridente.


I precedenti

Il posticipo di domenica sarà la sfida numero 69 fra le due squadre: le prime 68 vedono la Roma nettamente in vantaggio, con 28 vittorie contro le 18 esterne e 22 pareggi a chiudere i conti. L’anno scorso finì 1-1, con i felsinei avanti con Rossettini nel primo tempo e Salah a pareggiare nella ripresa imbeccato da un assist del solito Totti.
Tanti gli ex romanisti fra le fila avversarie: il più importante in termini recenti è sicuramente Destro (29 gol in 68 presenze) che però non dovrebbe essere convocato come spiegato in precedenza: non vanno dimenticati però neanche Torosidis (77 presenze e 7 gol per il greco) e Viviani, lanciato da Luis Enrique contro la Juventus appena diciottenne ma che poi ha raccolto appena 6 presenze. Per ultimo c’è da considerare anche Sadiq, in prestito, che vuole farsi vedere per rientrare a Roma da protagonista dopo i due gol della scorsa stagione.

L’arbitro sarà Piero Giacomelli di Trieste, assistito da Preti e Tasso: 6 gli incroci con la Roma, sempre nella Capitale, con 4 vittorie e 2 pareggi. L’ultimo risale alla terza giornata di questo campionato, con la Roma vittoriosa al 93esimo col rigore di Totti dopo il diluvio nell’intervallo. Cinque i precedenti col Bologna, con una sola vittoria, due pareggi e due sconfitte (l’ultima a Bergamo lo scorso marzo).

Francesco Giovannetti


Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata