Triplice fischio

Genoa Roma 1-3 Rilancio giallorosso

Prima vittoria per la Roma in campionato in questo 2020 iniziato in maniera complicata. La squadra di Fonseca, dopo la bella prestazione contro il Parma in Coppa Italia, conferma di essersi ritrovata in un momento fondamentale della stagione.
Redazione de Il Legionario
inserita 4 mesi fa
327
0:00
1299
Fonseca in piena emergenza deve far fronte a tante assenze tra le quali quelle di Florenzi e Kolarov. Il tecnico portoghese decide così di schierare al loro posto Spinazzola (nonostante la settimana di ordinaria follia) e Santon.
Questa la formazione dei giallorossi schierati in un 4-2-3-1: Pau Lopez; Spinazzola, Mancini, Smalling, Santon; Diawara, Veretout; Under, Pellegrini, Kluivert; Dzeko.

La partita della Roma si mette subito in discesa perchè già al 6° minuto Under trova il vantaggio con un tiro cross che prende in controtempo Perin anche grazie al movimento di Pellegrini che cercava la deviazione sotto porta. Al 15° i giallorossi hanno una ghiotta occasione per raddoppiare con Dzeko che colpisce di testa un ottimo cross di Spinazzola, ma il pallone finisce tra le braccia di Perin.
La Roma costruisce tanto, ma non riesce a trovare il raddoppio.
Al 35° si vede per la prima volta il Genoa ma Pau Lopez è attento prima sul tiro insidioso di Pandev e poi fortunato sulla ribattuta debole di Ghiglione. La Roma risponde subito con un calcio d’angolo di Pellegrini su cui Dzeko svetta bene ma la palla finisce di poco a lato. Al 39° ci prova Pellegrini su punizione, la palla finisce di un mezzo metro alta sopra la traversa. La Roma spinge e viene premiata al 44° grazie all’uomo più caldo, Spinazzola. Il terzino cerca l’incursione in area, dribbla un avversario e mette una palla forte al centro, Biraschi è sulla traiettoria e la devia nella propria porta per il raddoppio giallorosso. Non passa neppure un minuto e a 20 secondi dalla fine del primo tempo la difesa della Roma si addormenta e viene bucata da una palla lunga e da Pandev che lasciato solo segna il gol che riapre la partita.

Nella ripresa la Roma cala un pò il ritmo, mentre cresce il Genoa che ci crede. Al 57° è Pau Lopez a salvare i giallorossi con una strepitosa parata in controtempo sul colpo di testa di Goldaniga. Quattro minuti dopo ci prova anche Barreca con un bel tiro da fuori, ma Pau Lopez compie un’altra grande parata bloccando addirittura il pallone.
La Roma dopo quindici minuti di pausa riprende a giocare e a rendersi pericolosa. Al 63° ci prova Veretout da fuori con un tiro potente ma centrale, sulla ribattuta di Perin Dzeko non riesce nel tap-in vincente. Al 66° ancora Genoa pericoloso con Sanabria che non arriva di un soffio sul bel cross di Schone; qualche minuto più tardi ci prova anche Barreca da fuori, ma il tiro è alto.
Al 73° Fonseca inserisce Cristante per Veretout, un minuto più tardi erroraccio di Perin che nel rinviare scivola e serve il pallone a Pellegrini, il centrocampista è lesto a servire ottimamente Dzeko che si libera di un difensore con una bella finta e questa volta non sbaglia insaccando il 3-1 per i giallorossi e spegnendo le speranze del Genoa. Fonseca a risultato acquisito mette in campo Cetin e Bruno Peres per Santon e Under. Allo scadere dei minuti di recupero guizzo finale di Pandev, ma uno strepitoso Pau Lopez si supera ancora una volta respingendo un gran tiro ravvicinato del macedone.

Prima vittoria per la Roma in campionato in questo 2020 iniziato in maniera complicata. La squadra di Fonseca, dopo la bella prestazione contro il Parma in Coppa Italia, conferma di essersi ritrovata in un momento fondamentale della stagione: contro Juve e Lazio ci si giocherà tanto, se non tutto.




Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata