Pagelle

Slavia Praga Roma 2-0 - Il Pagellaio Matto

Benvenuti al “The Roma Horror Picture Show”. Di Emiliano Petrone
Redazione de Il Legionario
inserita 3 mesi fa
147
3:00
966
Una cosa non dovevamo fare, perdere con due gol di scarto per non andare pari nello scontro diretto e quindi in difetto per differenza reti. Ci siamo riusciti.
Difficile commentare la partita di ieri dove oltre al portiere, si salva solo Bove ma per la quantità, non di certo per la qualità.

SVILAR 6,5: Due parate incredibili, quella sul tiro rasoterra dimostra quanta reattività abbia nelle corde questo ragazzo. Anche quella sul colpo di testa dal quale nasce il primo gol è tanta roba.

MANCINI 5,5: Qualche buona chiusura, si propone in avanti dopo lo svantaggio ma è più confusione che altro…

LLORENTE 5: Fino al primo gol avversario non aveva fatto male poi ci delizia con un paio di svarioni da brividi. Paura. (dal 77’ RENATO SANCHES s.v.)

NDICKA 5,5: Se le sue impostazioni sono spesso precise, non si può dire altrettanto della fase difensiva. Non ricordo, negli ultimi due anni, di aver mai visto la fascia sinistra soffrire così tanto negli uno contro uno.

CELIK 5,5: Una fascia per tempo, malino in entrambe. Una bella azione personale che poteva portare al pareggio, la spreca in malo modo con un tiraccio centrale anziché, vista la velocità, puntare ancora verso la porta per arrivare alla conclusione in modo migliore.

BOVE 6: Tanta corsa, tanta voglia, tanti errori. Però è l’ultimo a mollare.

PAREDES 5,5: Smista solo palloni e poco altro. (dal 84’ JOAO COSTA s.v.)

AOUAR 4,5: La sensazione è che quando il gioco si fa duro, lui tenda a perdersi per il campo. Ha una qualità superiore rispetto alla maggior parte della rosa, ma gli manca la consistenza e la cattiveria necessaria per affrontare determinate partite “maschie”. (dal 46’ CRISTANTE 5,5: Se ne stava tanto bene in panchina al calduccio del suo piumone che quando Foti lo chiama per entrare in campo, deve prima svegliarlo. Il problema è che entra in campo ancora dormiente e ci mette venti minuti per destarsi dal sonno).

EL SHAARAWY 5: Impalpabile... (dal 46’ KARSDORP 5: Stoppo la palla, rientro in mezzo al campo, l’appoggio al primo giocatore libero, avanzo qualche metro, mi fermo e torno indietro e così in loop fino al fischio finale).

LUKAKU 4,5: Sono stanco capo. Stanco di andare sempre in giro solo come un passero nella pioggia. Stanco di non poter aver mai un amico con me che mi dica dove andiamo, da dove veniamo e perché… (Il miglio verde).

BELOTTI 4,5: Ho visto sacchi da boxe prendere meno botte durante un allenamento. (dal 68’ DYBALA 5: Entra nel vuoto cosmico di una partita giocata malissimo e si adegua alla perfezione).

All. MOURINHO 5: Capisco che contava il risultato e che il pareggio ci sarebbe andato più che bene, capisco anche che la testa potesse essere già proiettata al derby, capisco tutto… vediamo se però domenica sera tutto quello visto ieri lo capisco meglio eh.

Ad maiora

Emiliano Petrone





Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata