In & Out

Roma Servette 4-0 - In & Out

Alla Roma di Foti servono 60’ di gioco per mettere in ghiaccio la partita. Di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita 4 mesi fa
143
3:00
161616
I giallorossi nel primo tempo si portano in vantaggio con Romelu Lukaku e poi calano nell’intensità, andando vicini solo al 44’ al raddoppio. Nella ripresa la Roma torna ad essere affamata di gol e le bastano trenta secondi per far tornare a cantare il Gallo. La sua doppietta è intervallata dal gol di Pellegrini, entrato proprio tra primo e secondo tempo, ma costretto ad uscire dopo pochi minuti a causa di uno scontro a centrocampo. Per Lorenzo entra Pagano che esordisce nelle Coppe europee così come D’Alessio, entrambi schierati per cominciare a fare esperienza e mettere i primi minuti nelle gambe. Partita chiusa col 4-0 e risultato che manda un segnale diretto allo Slavia Praga, apparentemente l’unica concorrente per il primato nel girone. Domenica la sfida col Cagliari di Ranieri, ultimo in classifica e alla ricerca di punti; match nel quale Mourinho (ancora assente in panchina in Europa per squalifica) potrebbe ricorrere ancora ad un leggero turnover in attacco dando fiducia a Belotti, oggi nettamente il migliore in campo.

IN

CELIK - Un’ottima partita in fase d’attacco. Non scende troppe volte in profondità, ma quando lo fa è presente al posto giusto. Intelligenti i tocchi che portano ai due gol e che spezzano le gambe al Servette.

LUKAKU - Mourinho vuole che giochi perché non è ancora al 100%, lui segna ancora. A fine primo tempo va vicino alla doppietta. Si prende la standing ovation all’uscita. Meritata

BELOTTI - Ottimo il lavoro in occasione del vantaggio giallorosso, protegge palla e astutamente serve Celik. Nella ripresa ci mette 30’’ a trovare il raddoppio, da rapace dell’area si avventa sul pallone spizzato da Pellegrini e brucia il portiere avversario. A livello del Gallo che lo scorso anno si era dimostrato più decisivo nelle notti europee. Sul corner di Paredes si tuffa e incorna per firmare la doppietta personale. Prestazione da incorniciare.

PELLEGRINI - Entra molto deciso. In sei minuti assist e gol, a dimostrazione che il gol in campionato l’ha reso molto più libero mentalmente. Sfortunato nel contrasto a centrocampo che lo costringe ad uscire per un problema al flessore destro che fa durare la sua partita solo 10 minuti.


OUT

CRISTANTE - Avvio shock, un malinteso con Mancini rischia di costare lo svantaggio ai suoi. Rischia anche in occasione di una deviazione su tiro avversario che sibila vicino al palo destro. Apparso forse leggermente affaticato, ma comprensibile per l’unico che ha disputato fin ora tutti i minuti possibili tra coppe e campionato.

AOUAR - Ancora non è tornato in condizione dopo l’infortunio pre-nazionali. Viene sostituito per far spazio ad un molto più convincente Pellegrini. Deve ritrovare al più presto la condizione. Incolore l’asse con El Shaarawy.


Giovanni Acone






Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata