Analisi tattica

Roma Sampdoria 3-0 - Analisi gol

La Roma torna dalla sosta con un piglio diverso e ritrova i tre punti all’Olimpico. Una buona prestazione di squadra in cui spiccano i soliti noti. Di Matteo Bianchetti
Redazione de Il Legionario
inserita un anno fa
270
3:00
564949
• 1 – 0 gol di Wijnaldum

  


A sbloccare il match nel secondo tempo è Wijnaldum, al secondo gol in tre partite.
Al 57’, con i blucerchiati in dieci uomini per l’espulsione di Murillo, Llorente recupera palla su Gabbiadini e la sfera finisce sui piedi di El Shaarawy sulla metà campo. Giro palla da sinistra a destra e da destra a sinistra a sfruttare la superiorità numerica facendo correre gli avversari da fascia a fascia. Bravo Pellegrini a cambiare gioco per Zalewski che porta palla in avanti e serve Dybala, Matic al centro cambia di nuovo gioco per Pellegrini che velocizza l’azione con uno scatto in avanti verso l’area avversaria e la passa a Spinazzola. L’esterno giallorosso punta il marcatore, serie di finte e poi si appoggia al limite dell’area su Matic, che di prima e senza guardare mette un cross in area, sul secondo palo, dove c’è l’ottimo inserimento di Wijnaldum che di testa schiaccia e manda il pallone in rete.
Ottima azione corale della Roma di Mourinho, che sa attendere il momento giusto per colpire, con calma e senza isterismi. I giallorossi sfruttano l’uomo un più facendo correre la palla da una parte all’altra del campo così da liberare gli esterni e andare al centro trovando l’inserimento giusto.
Dopo il gol al Sassuolo, Wijnaldum sigla anche questa rete, dopo un prestazione di grande spessore. Finalmente si vede l’utilità di questo giocatore di livello. Bravissimo Matic nel servire un cross al bacio.

• 2 – 0 gol di Dybala


  

All’88’ Dybala chiude la partita su rigore.
Rigore che nasce da un’altra invenzione di Matic per Wijnaldum. Dagli sviluppi di un corner il pallone arriva a Matic al limite dell’area che finta il tiro e fa passare la sfera in area a Wijnaldum in mezzo alle maglie blucerchiate. L’olandese controlla e viene steso dal portiere in uscita. Rigore netto.
Dal dischetto Dybala non sbaglia e sigla il decimo gol in campionato.


• 3 – 0 gol di El Shaarawy

  


Al 94’ El Shaarawy mette il suo nome sul tabellino con un gol dei suoi.
Ancora Dybala ad inventare, a un minuto dal termine va a prendersi palla sulla propria metà campo, salta un avversario e scatta in avanti, verticalizza per Wijnaldum che allarga di prima per Solbakken. Il norvegese è intelligente e alza la testa dall’altra parte del campo dove c’è solissimo El Shaarawy. L’assist è su misura per il più classico dei gol del Faraone, che col piattone a giro la mette sul secondo palo e mette a segno il definitivo 3 a 0.
Monumentale Dybala nel cercare azioni d’attacco sul 2 a 0 e a un solo minuto dalla fine della partita: altrà mentalità.
Bravissimo El Shaarawy a sfruttare ogni occasione che Mourinho gli concede. Quarto gol in campionato e rinnovo da proporre immediatamente. Solbakken in Serie A: 119 minuti giocati, 1 gol e 1 assist. Interessante.


Matteo Bianchetti






Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata