Pre Match

Roma Milan 1-1 - In & Out

Nonostante gli infortuni e l’occasione sprecata di portare tre punti importantissimi per la corsa al 4° posto, la Roma esce dall’Olimpico con la consapevolezza di poter lottare con chiunque, infuocando il finale di stagione. Di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita 11 mesi fa
268
3:00
333737
Per la Roma oltre i danni anche la beffa. La squadra di Mourinho perde ancora un centrale, Kumbulla, per lesione del crociato, e Belotti per frattura alla cartilagine costale. Con la difesa ridotta all’osso e dovendo riadattare Cristante come centrale, i giallorossi non perdono comunque la forza per buttarsi alla ricerca del gol. Acciaccato e sfortunato Pellegrini, colpito duro appena dopo il fischio d’inizio, viene bloccato solo da Abraham che si trova per caso sulla traiettoria di una conclusione del suo capitano che sarebbe finita in porta. Match duro e con non troppe occasioni, si sblocca finalmente al 94’ con una bella discesa di Celik che mette l’assist per Abraham, la punta inglese si gira e trafigge Maignan per un vantaggio che sembra decisivo. Il Milan non molla e sull’ultimo pallone buono agguanta il pareggio con Saelemaekers, seppur con una spinta molto dubbia di De Ketelaere su Ibanez. Nonostante gli infortuni e l’occasione sprecata di portare tre punti importantissimi per la corsa al 4° posto, la Roma esce dall’Olimpico comunque con la consapevolezza di poter lottare con chiunque delle rivali, infuocando il finale di stagione.


IN

Tammy Abraham

Il muro che fa a Pellegrini sembra essere l’inizio di un pomeriggio da brivido, poi carbura il motore e prova a partire col turbo. Sembra però sempre mancare nel metro finale della corsa, ma quando meno te lo aspetti ecco lo scatto decisivo, riceve da Celik e si gira per trafiggere Maignan. Si riprende l’abbraccio del suo pubblico, ma la serata di gloria è rovinata dal pareggio che arriva a tempo scaduto. Senza Belotti dovrà portare il peso dell’attacco da solo.

Bryan Cristante
“Sir” Bryan va in guerra consapevole che sarà uno scontro di logoramento. La maggior velocità di Tonali non sembra impensierirlo troppo, poi si deve riadattare al centro della difesa e porta ordine. In una posizione non sua regge bene il confronto ed è bravo anche nel finale a non perdere la concentrazione.

Zeki Celik
Scelto al posto di Zalewski per maggiori doti difensive, va col coltello tra i denti contro un arrembante Leao. Combatte e tiene duro anche quando il tempo si fa più brutto e sopraggiunge Theo. Poi il recupero a centrocampo lo lancia in una prateria sulla fascia destra, ha la lucidità di evitare l’avversario e darla ad Abraham. Non fosse arrivato il pareggio sarebbe stata una partita quasi perfetta.


OUT

Rui Patricio

Ahi Rui quanto ci sei costato! In una partita da pochissime azioni concesse ai rossoneri e alla coppia Leao-Giroud, si fa beffare sotto le gambe da Saelemaekers all’ultimo respiro, una disattenzione che ci costa una vittoria che potrebbe essere fondamentale da qui ad un mese. In leggero calo dopo le ottime prestazioni di metà aprile.

Roger Ibanez
Il rientro da titolare in casa dopo l’infortunio di Llorente non è dei migliori. Rischia tantissimo con un intervento duro su Saelemaekers, al limite del rosso, poi non dà la sicurezza al suo reparto. Sbaglia i tempi di lettura e da un suo errore si rischia una ripartenza in campo aperto dei rossoneri. Rimandato.


Giovanni Acone





Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata