In & Out

Lecce Roma 1-1 | In & Out

Il rientro in capitale con un punto su un campo difficile come quello di Lecce lascia qualche rimpianto, ma ai tanti tentativi giallorossi di agguantare la vittoria si è opposto un super Falcone. Di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita un anno fa
253
2:00
373232
I giallorossi vanno subito sotto con l’autogol di Ibanez, sfortunato a trovarsi nella traiettoria del colpo di testa di Baschirotto, che infila Rui, poi cominciano ad attaccare a spada tratta. Arriva così il rigore del pareggio di Dybala, ma nonostante un ottimo Abraham non si riesce  più a segnare. Ci mette il suo l’arbitro Aureliano che dopo la partita dello scorso anno a Venezia, ancora una volta, condiziona il risultato finale non espellendo Strefezza già ammonito che entra dritto dritto sulla caviglia di Matic. Perde due punti la Roma, un’occasione sciupata per distaccarsi dalle dirette concorrenti, ma ora la testa va diretta a giovedì sera quando si andrà in trasferta a Salisburgo per l’andata dei sedicesimi di Europa League.

IN

Tammy Abraham

Crea almeno quattro chiare occasioni da rete: di tacco, scambiando con Dybala o andando a colpire di testa. Trova sulla sua strada il miglior Falcone della carriera che gli impedisce di fare il settimo gol in campionato. L’inglese ha però dato molti segnali di essere tornato al suo livello, di essere di nuovo l’attaccante in grado di scardinare le difese avversarie col coltello tra i denti. Avesse avuto un minimo di fortuna in più.

Paulo Dybala
Se Abraham è lo scardinatore, lui preferisce la furbizia e l’agilità per “scassinare” la cassaforte salentina. Inventa come suo solito palloni magici, ma i compagni non tirano fuori il coniglio dal cilindro. Si prende la responsabilità di battere il rigore che, per nostra fortuna, non lo costringe ad uscire come all’andata. All’attacco dei giganti della difesa risponde con tanta classe, come suo solito.

OUT

Roger Ibanez

Affanna e sembra confuso. Sicuramente il meno in palla dei tre dietro e porta anche il flagello dell’autogol causato, seppur in maniera molto casuale. Se sabato scorso aveva aperto le danze, oggi pare non riuscire a prendere il tempo e rischia fin troppo. Insicuro.


Giovanni Acone



Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata