Pagelle
APPROFONDIMENTI

Liverpool VS Roma - Le pagelle (con video)

di Emanuele Grilli
Redazione de Il Legionario
inserita 6 mesi fa
1383
10:00
141515
ALISSON 5: Cinque come i gol che ha preso sui quali però ha davvero poche colpe. Forse sul secondo sarebbe potuto uscire in maniera diversa, ma sui restanti 4 è stata tutta colpa dei compagni di difesa, che hanno permesso ai Reds di fare quello che volevano.

MANOLAS 4: Una settimana fa aveva regalato un sogno a tutti i tifosi giallorossi, questa volta insieme ai suoi compagni lo trasforma in un vero e e proprio incubo. Va in confusione contro qualsiasi avversario, non riesce mai a trovare il giusto anticipo e si perde in controlli problematici a dire poco. Peccato davvero.

FAZIO 4.5: Vero che vicino a Manolas e Juan Jesus la sua sembra essere stata una partitona, ma oggettivamente parlando le colpe di questa debacle sono anche sue. Nei primi 20 minuti è tra i più propositivi e agguerriti, poi si perde in un bicchiere d'acqua e soffre terribilmente fino al cambio di modulo nella ripresa.

J. JESUS 2: Di solito non do questi voti e non addosso le colpe di una sconfitta a un singolo giocatore, ma è innegabile che ieri sera si sia visto uno dei duelli più imbarazzanti nella storia della Champions. Salah sapeva da tempo i suoi difetti e se lo è sbranato a ripetizione, rovinandogli quanto di buono fatto negli ultimi mesi in maglia giallorossa. Un incubo.

FLORENZI 4.5: Nei primi 20 minuti riesce a coprire bene in fase difensiva, proponendosi anche in avanti con alcuni cross abbastanza pericolosi. Non appena il Liverpool ha preso campo però non è riuscito più a combinare niente, facendosi superare di continuo dai veloci giocatori di casa.





DE ROSSI 4.5: Questa volta non riesce ad essere la solita diga invalicabile davanti la difesa, anzi permette troppo spesso l'avanzata dei Reds e perde palle a dir poco problematiche. Contro la freschezza dei padroni di casa si sono visti tutto i limiti che l'età gli sta imponendo.

STROOTMAN 4.5: Inizia la partita con il giusto atteggiamento, ruggendo su ogni avversario e cercando almeno di imbastire belle trame di gioco. Dopo il primo gol di Salah, sul quale subisce anche fallo, comincia a perdersi mentalmente e tatticamente, perdendo contrasti e palloni a ripetizione.

KOLAROV 5: La traversa presa nel primo tempo testimonia che per vincere partite e titoli oltre alla bravura serve anche una buona dose di fortuna. Nel primo tempo nonostante tutto è tra i migliori in campo, nella ripresa si spegne completamente e permette agli esterni reds di fare quello che vogliono.

NAINGGOLAN 5.5: Ha il merito di fare l'assist per il gol di Dzeko che insieme a quello di Perotti tiene leggermente in vita il discorso qualificazione. Anche lui però come tutto il centrocampo ha sofferto terribilmente il pressing degli avversari, arrivati addirittura a quadrupicarlo per impedirgli una qualsivoglia giocata.

C.UNDER 4.5: Un gattino impaurito in una gabbia di pitbull, cosi si può riassumere la partita di Under stasera. Non riesce mai a trovare uno spunto interessante, facendosi anticipare spesso dagli avversari e non riuscendo mai a mettere il fisico quando serve. Peccato davvero.

DZEKO 6: Uno dei pochi a crederci realmente, uno dei pochi che fino all'ultimo ci ha provato, contro tutto e contro tutti. Segna il gol del 5-1 e prova fino all'ultimo secondo a recuperare una partita disastrosa, meritandosi tutta la mia stima. Onore a te Edin.


SCHICK 5.5: Entra per un evanescente Under e se non altro prova a creare qualcosa con alcuni dribbling importanti e un colpo di testa forte ma centrale. Non gli do 6 perchè avrebbe dovuto metterci più cattiveria, ma nel complesso mi è piaciuto.

PEROTTI 6: Entra a partita ormai finita e realizza con la solita freddezza il rigore del 5-2, che tiene acceso un piccolo lumicino in vista del ritorno. Ora che è pienamente recuperato, deve essere titolare.

GONALONS 5.5: A livello di palle giocate non gioca neanche una brutta partita, ma il retropassaggio a nessuno che poi ha portato al quinto gol è a dir poco imbarazzante. Soprattutto in una competizione dove ogni gol ed episodio può risultare determinante.


DI FRANCESCO 2: Come era giusto fargli i complimenti dopo la vittoria col Barça, è altrettanto giusto dargli le colpe di questo massacro in terra inglese. Inizia schierando un modulo identico a quello visto con i blaugrana, e nei primi 20 minuti la squadra ha reagito bene e con personalità. Il suo problema è stato capire al 70' che c'erano troppi spazi per il Liverpool,che stavano dominando in lungo e in largo e soprattutto che Juan Jesus era in uno stato a dir poco confusionale. La bravura di un allenatore si vede anche nel capire i propri errori e correggerli in corso d'opera, speriamo che gli serva di lezione per le prossime partite sia in campionato che in Europa.

VOTO DI SQUADRA 4.5: Non gli do 4 solo per i due gol nel finale che ci tengono appesi al filo della finale, ma nonostante ciò possiamo parlare senza dubbio dell'ennesima figuraccia europea. Non puoi giocare in una semifinale di Champions i primi venti minuti e gli ultimi dieci, oltretutto se nei restanti 60 ti fai massacrare dal Liverpool. Non si possono non fare i complimenti agli uomini di Klopp e a Mohamed Salah, ma non si può negare che gli abbiamo reso il lavoro decisamente più facile. Nonostante ciò, fino all'ultimo secondo del ritorno voglio sperare nell'impossibile.


Emanuele Grilli


Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata