In & Out

Roma VS Hellas Verona 2-1 - In & Out

Salutato lo Special One, con tutti i rimpianti del caso, è la volta di DDR che inizia la sua avventura sulla nostra panchina con una partita facile solo all’apparenza.
Redazione de Il Legionario
inserita 5 mesi fa
203
3:00
161717
L’avvio della Roma è scoppiettante, con El Shaarawy e Dybala che hanno il compito di tagliare dentro e provare la giocata in mezzo per Lukaku, Pellegrini è un po’ più libero di inventare. Lanci e tocchi veloci caratterizzano la prima frazione e grazie a questi arrivano a creare pericoli a Montipò. Un tocco illuminante di Bove apre un’autostrada a Karsdorp che al limite dell’area piccola decide di servire Big Rom, il ‘novanta’ però si fa murare. L’infilata qualche minuto dopo per il Faraone è però giusta, con l’ala della Nazionale che sterza sul destro e libera ancora Lukaku, stavolta col piattone non sbaglia e si sblocca dopo tre partite a secco. Il raddoppio non si fa aspettare più di sei minuti: dopo giornate di sterilità in fase di cross, proprio Romelu mostra ai suoi come mettere palla in mezzo verso ElSha che tocca al volo per Pellegrini liberissimo, il capitano controlla e poi scarica un bolide di sinistro che buca la porta. Il primo tempo continua in controllo, ma nella ripresa dopo una prima fase combattuta, la Roma come altre volte si spegne e concede tanto: prima il rigore sbagliato da Djuric, poi Folorunsho dalla lunghissima distanza fa partire un tiro potentissimo che sorprende Rui. È un finale di resistenza che però si chiude con la nostra vittoria. Buona la prima per De Rossi.


IN
Stephan El Shaarawy

Solitamente le sue partite da titolare sono state negative, mentre da subentrato ha sempre punto di più. Nella serata del suo ex capitano decide però di mettere l’abito elegante e tornare alle sfuriate con le quali impallina le difese nemiche. Se il primo assist è merito della freddezza e della sua capacità decisionale, il secondo è un cioccolatino che Pellegrini scarta volentieri. Ha una marcia in più.

Lorenzo Pellegrini
Riempito di critiche si copre il capo di cenere e scende in campo consapevole che l’addio di un allenatore è la sconfitta dei giocatori, ma soprattutto del capitano. Sembra trovarsi meglio in un gioco più rapido e capace di inventare di nuovo coi suoi passaggi (80% completati e almeno due chiave). Col gol torna a mostrare la sua abilità in conclusione anche col piede debole. Buona prestazione anche in fase arretrata con un buon numero di contrasti. In ripresa.


OUT
Diego Llorente

Sfortunato nel causare il rigore, non è solido come le altre volte. Nessun contrasto riuscito e qualche pallone perso. Sembra essere troppo nervoso ultimamente, beccandosi il giallo che lo spedisce anche in diffida. Le voci di mercato influiscono sulle prestazioni?

Rui Patricio
Out solo per il brutto intervento sulla conclusione che porta al gol dell’Hellas, poteva fare sicuramente meglio, invece si lascia sorprendere in mezzo alla porta. Attenzione perché Svilar freme alle sue spalle.


Giovanni Acone





Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata