In & Out

Roma Verona 1-0 | In & Out

La notte olimpica si dipinge dell’aurora boreale. Di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita un anno fa
202
3:00
432929
Ola Solbakken sfrutta la prima occasione da titolare per mettersi in mostra e regalare tre punti ai suoi tifosi. Match sulla carta ostico contro un Hellas che arriva da un inizio di 2023 con il quale ha recuperato punti cercando la salvezza, ma che si mette sui binari giusti grazie al norvegese e alla grande prestazione della squadra. Undici titolare inedito che vede la presenza di Bove in mezzo al campo, Spinazzola e Karsdorp rientranti sulle fasce. Costretto ad uscire dopo un quarto d’ora Abraham, ma ben rimpiazzato da Belotti che ancora una volta si dimostra propositivo e arrembante nella tre quarti avversaria. Nella ripresa i giallorossi si abbassano concedendo qualche spazio in più agli Scaligeri che non centrano però la porta. A fine partita Mou chiama i suoi e li riunisce in campo per motivarli, da condottiero e caricarli in vista del ritorno di giovedì contro il Salisburgo, nel nostro Colosseo, coi nostri gladiatori, con un solo obiettivo.


IN

Ola Solbakken

Dal primo minuto si mostra carico, con la voglia di spaccare il mondo e mostrare le sue doti. Sulla difesa dell’Hellas si scaglia la bora norvegese, glaciale come quando sul tacco di Spinazzola chiude di mancino sul secondo palo. Segna e si libera Ola, dando sfogo alla gioia di poter esultare nello stesso stadio, sotto gli stessi tifosi che tanto lo avevano incantato quando era venuto con la maglia del Bodo. Il resto del match è fatto di tanta corsa, pressing alto e buoni scambi coi compagni. Prestazione da 9 e da ‘nove’.

Edoardo Bove
Il ‘cane malato’ è il vero mastino di metà campo. Aggredisce tutti senza sosta e quando non basta ‘abbaiare’ ci mette anche la gamba risultando decisivo in molti contrasti. Rischia solo in un’occasione e risulta anche quello che ha corso di più a fine partita. Senza sosta, senza respiro e senza pietà. Ci mette lo zampino anche nell’azione del gol, accendendo la miccia della bomba di Solbakken. Romano e romanista.

Leonardo Spinazzola
Dopo tanto tempo lontano dai fari, si rimette in gioco e spolvera una prestazione degna dell’Europeo. Ritorna a macinare km come una volta e manda più volte in confusione i laterali gialloblù. L’assist di tacco stile Joya è la perla della partita. Un suo ritorno su alti livelli sarebbe il miglior acquisto per Mou.


Giovanni Acone





Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata