In & Out

Roma Sheriff 3-0 - In & Out

Archiviato il girone di Europa League, la Roma deve accontentarsi del secondo posto e lo fa con un consolatorio 3-0 contro la squadra moldava. Di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita 2 mesi fa
137
3:00
844
Partita che dura in pratica una frazione di gioco, mentre nella seconda entrambe le squadre calano di intensità e abbassano i ritmi, non avendo più nulla da giocarsi. Iniziano bene i giallorossi che dopo un minuto sfiorano il vantaggio con una bella palla di Lukaku, non sfruttata da Karsdorp, poi al 10’ il vantaggio di Lukaku e il raddoppio che non si fa aspettare, grazie alla rete segnata alla mezz’ora da Belotti. Chiude la partita un altro “figlio di Roma”, Pisilli, che da subentrato trova la prima marcatura in giallorosso sotto la sua Sud. Il rimpianto di non aver chiuso come primi c’è, ma anche la consapevolezza che questa squadra col giusto atteggiamento può giocarsela con tutte le altre che arrivano dai gironi di Champions. Siamo padroni del nostro destino.

IN

Nicola Zalewski

Torna finalmente tra i più positivi in campo mettendo lo zampino su entrambe le marcature del primo tempo. Dopo il rosso rimediato in campionato, sembra avere quella spinta in più per volersi riscattare e dare il meglio di sé. L’inserimento e poi il filtrante per Lukaku sono perfetti, il movimento con il quale arriva alla conclusione da cui arriva il raddoppio di Belotti anche. Il polacco riconferma la sua propensione a trovarsi a proprio agio soprattutto nelle notti europee.

Pagano - Pisilli
I due primavera che, con l’emozione nelle gambe, entrano e convincono. Più minuti rispetto a Mannini che entra solo a cinque dalla fine, ma tante buone cose viste. Il primo illumina e cerca anche la via del gol, venendo fermato solo dal piede del portiere ospite, il secondo invece riesce a trovare la rete e non contiene più l’emozione. Prestissimo per prevedere come continuerà la loro avventura, ma davvero un buon modo di sfruttare l’occasione.

Romelu Lukaku
Solito, gigantesco Romelu. Il belga mette la zampata per il vantaggio giallorosso e poi va vicino al gol in almeno due occasioni. Spalle alla porta è incontenibile, riesce sempre a fare da sponda e scambiare con i suoi, come quando al 79’ mette palla e porta El Shaarawy, col faraone che però tira altissimo. La sua assenza col Bologna si sentirà tantissimo.


Giovanni Acone





Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata