In & Out

Roma Lecce 2-1 - In & Out

Questa Roma non molla. Di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita 3 mesi fa
123
3:00
111111
Questa Roma non molla. Fino all’89’ regge l’ingiusto vantaggio del Lecce, poi nel finale arriva il capolavoro Mourinhano, con quattro attaccanti dentro, i capitolini spingono senza sosta nell’area di rigore i salentini. Prima Azmoun poi il solito Lukaku ribaltano in poco più di due minuti il risultato e strappano tre punti fondamentali per rimanere vicini al quarto posto in classifica.
Match che si apre subito col tiro di Dybala che viene deviato dalla mano di Baschirotto e porta al rigore per i nostri, fallito poi da Lukaku. La Roma non si demoralizza e continua a tener d’assedio la porta ospite, ben protetta però da Falcone, autore di una gran prestazione nonostante la sconfitta. Aouar, Dybala e Luklaku, nessuno sembra riuscire a trafiggere il portiere ospite, al 71’ poi il gol dello svantaggio che sembra presagire una delle nostre beffe in cui noi giochiamo cento volte meglio, ma non riusciamo a capitalizzare. Al termine è però un lieto fine per noi che ci carica sia per la prossima, importante, partita con lo Slavia e soprattutto in vista del derby. Vincere domenica è fondamentale, ci serve la vittoria in un big match per continuare la nostra marcia e capire veramente quale è la nostra dimensione.

IN

Romelu Lukaku

Parte nel peggiore dei modi tirando un brutto rigore basso e centrale, come mai si dovrebbe fare. Poi però non si perde d’animo e ci prova ancora e ancora, facendo da sponda o cercando la conclusione. Falcone sembra volergli negare a tutti i costi la gioia personale. Il centravanti belga però ci crede fino all’ultimo, fino al pallone di Dybala che controlla col suo solito movimento a girarsi verso la porta, lascia a terra Touba, e infila preciso sotto l’angolo alto. La giusta ricompensa per un campione che sta dando tutto per la nostra maglia.

Paulo Dybala
Torna a giocarsela dal primo minuto e sembra particolarmente ispirato. Sul primo tiro che porta al rigore forse avrebbe potuto impattare meglio, ma guadagna comunque la massima punizione. Alla mezz’ora sulla stessa azione prima si vede murare da Romelu una buona conclusione, poi gli torna il pallone, sombrero di esterno su Kaba e tiro al volo che sfiora il palo e che avrebbe fatto venir giù l’intero stadio. Nel finale, dolorante, trova comunque il modo di servire il suo numero 90 e di vincere la partita. Joya.


OUT

Gianluca Mancini

Rispetto ad un ottimo Ndicka, soffre molto di più la velocità degli attaccanti salentini e sembra più indeciso del solito. Come quando al 71’ non chiude su Banda che poi lo sfida in accelerazione, arriva fin in area e lo fa scivolare, servendo Almqvist per lo 0-1. Mou lo nota e lo chiama fuori ad un quarto d’ora dalla fine. In difficoltà.

Renato Sanches
Entra nel finale per rimpolpare un bottino di un solo centinaio di minuti in stagione. Rischia tanto, troppo. Rimedia un’ammonizione e su uno degli ultimi palloni della partita, cicca male rischiando di regalare un’altra possibilità al Lecce. Necessità di tornare in condizione e negli schemi.

Giovanni Acone





Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata