Analisi tattica

Cremonese Roma 2-1 | Analisi gol

La Roma subisce un’altra amara sconfitta contro la Cremonese, dopo la cocente eliminazione dalla Coppa Italia, perde punti importanti contro l’ultima della classe. Di Matteo Bianchetti
Redazione de Il Legionario
inserita 11 mesi fa
160
2:00
413131
• 1 – 0 gol di Tsadjout

  
  

La Roma subisce un’altra amara sconfitta contro la Cremonese, dopo la cocente eliminazione dalla Coppa Italia, perde punti importanti contro l’ultima della classe.
I padroni di casa passano in vantaggio al 16’ con un gran tiro al volo di Tsadjout dopo una sponda di petto di Valeri. Il gol è di pregevole fattura, ma qualcosa non ha funzionato nelle marcature dei giallorossi: infatti Ibanez di ritrova a marcare sia Valeri che Tsadjout, con Mancini che è uscito largo su Okereke, Zalewski che non è in posizione giusta per coprire la zona di campo lasciata sguarnita dal compagno, il centrocampo è schiacciato e non impedisce il passaggio in verticale in area. Poca concentrazione e scarsa cattiveria da parte di tutti.


• 1 – 1 gol di Spinazzola

  
  

Nel secondo tempo la Roma sembra prendere campo e ritmo, trovando infatti il pareggio con Spinazzola.
La Roma sfrutta lo spazio alle spalle dei difensori della Cremonese per far inserire gli esterni e dopo vari tentativi Spinazzola sigla il ritorno al gol grazie ad un lancio preciso di Mancini.
È il 71’, Mancini guarda in avanti e segue il taglio di Spinazzola verso il centro, il lancio è perfetto, e così anche lo stop di Spinazzola. A tu per tu con Carnesecchi il laterale giallorosso non sbaglia e fa 1 a 1.
Bravissimo Mancini, che non è nuovo a questi assist. Spinazzola in grandissima forma, che in tre partite consecutive mette a segno 1 gol e 3 assist.


• 2 – 1 gol di Ciofani


  

Purtroppo un’altra disattenzione in difesa porta al calcio di rigore per la Cremonese.
Un calcio di punizione battuto in fretta dai padroni di casa sorprende la Roma, il centrocampo è disorientato e la difesa non marca, Ibanez nella terra di nessuno, Mancini stretto da Okereke e Ciofani, dopo un rimpallo Okereke si ritrova a tu per tu con Rui Patricio che esce in maniera goffa e in ritardo impattando l’attaccante avversario.
Sul dischetto va Ciofani, Rui intuisce ma non basta. 2 a 1.
Male, malissimo Rui.
L’assenza di Smalling si sente e come! Al centro della difesa ci sono grandi problemi di marcatura e di coordinamento fra le parti. Manca la guida.


Matteo Bianchetti





Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata