Triplice fischio
STADIO

Vittoria senza sorrisi: l’Italia trema e con lei anche Florenzi

Doppio Dzeko e Nainggolan firmano la rimonta giallorossa, ma il terzino di Vitinia esce in barella tra le lacrime: possibile stop di 5-6 mesi. (di Massimo Salvo)
Redazione de Il Legionario
inserita 8 mesi fa
1018
10:00
393131
Una partita giocata in un clima surreale. Sì perché mentre la Roma giocava, un po' tutta l'Italia tremava. Scosse ovunque, tanto che a Pescara è stato necessario sospendere il match per qualche minuto. Trema l'Italia, dicevamo, ma trema anche Florenzi: il terzino di Vitinia è infatti uscito malconcio nel finale, procurandosi da solo una quasi certa lesione al legamento crociato: probabile, a questo punto, il tesseramento di Maicon.

LA CRONACA. La gara parte male per i giallorossi, che al 12' sono già sotto: Cannavaro si trova stranamente in area avversaria, e ancor più stranamente viene lasciato libero di saltare e insaccare il cross dalla destra di Politano.

I LEGNI. I giallorossi non ci stanno, e nel giro di un quarto d'ora si rendono pericolosi ma trovano solo due traverse. La prima al 28', con Nainggolan, e la seconda al 43', con Dzeko.

LA RIMONTA. Si va al riposo con i padroni di casa in vantaggio, ma il risultato è destinato a cambiare. Al 57' ci pensa il bosniaco a sfruttare al meglio l'assist di Salah, mettendo alle spalle di Consigli il primo dei suoi due goal di serata. Il secondo arriva al 76', quando Lirola (appena entrato) stende ingenuamente il n. 9 giallorosso, beccandosi anche il giallo. È lo stesso Dzeko a calciare il rigore, trasformandolo.

IL TRIS. Tempo due minuti e la Roma cala il tris con Nainggolan, che si trova al posto giusto nel momento giusto: il Ninja è infatti ben abile ad approfittare della respinta corta di Consigli dopo un tiro insidioso di El Shaarawy.

L'INFORTUNIO. All'82', però, i sorrisi per la rimonta già svaniscono. Florenzi interviene su una palla vagante a centrocampo e il suo ginocchio sinistro compie un movimento innaturale. Il terzino lamenta subito un forte dolore, tanto da mettersi le mani al volto e, all'uscita in barella, da sussurrare a Spalletti la rottura del ginocchio. C'aveva preso: probabile per lui uno stop di 5-6 mesi.

IL TABELLINO

Marcatori: Cannavaro (S) al 12’ pt; Dzeko (R) al 12’ e al 31’ su rigore, Nainggolan (R) al 33’ s.t.

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli; Gazzola (dal 28’ s.t. Lirola), Cannavaro, Acerbi, Peluso; Mazzitelli, Pellegrini; Positano, Defrel, Adjapong (dal 34’ s.t. Ricci); Matri (dal 18’ s.t. Biondini). (Pomini, Pegolo, Antei, Iemmello, Sensi, Terranova, Duncan, Dell’Orco, Ragusa). All. Di Francesco.

ROMA (4-2-3-1): Szczesny; Florenzi (dal 40’ s.t. Totti), Manolas, Fazio, Emerson; De Rossi, Strootman (dal 25’ s.t Paredes); Salah, Nainggolan, El Shaarawy (dal 34’ s.t. Rudiger); Dzeko. (Lisbona, Alisson, Juan Jesus, Iturbe, Gerson, Grossi, Soleri). All. Spalletti.

Arbitro: Damato di Barletta.

Note: ammoniti Mazzitelli, Pellegrini e Lirola per gioco scorretto. Tiri in porta 3-8 (due traverse). Tiri fuori 5-6. Angoli 4-9. In fuorigioco 0-3. Recuperi: 2’ pt, 5’ st.


Massimo Salvo





Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata