In & Out

Trabzonspor Roma 1-2 - In & Out

a cura di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita un mese fa
802
3:00
977
Inizia una nuova stagione per la Roma con un sorriso. Guidati da Mourinho i giallorossi strappano una vittoria importante in Turchia. Padroni di casa molto solidi e che non esitano a mettere in difficoltà i nostri. Qualche vecchia conoscenza giallorossa prova ad incidere (Gervinho e Bruno Peres), ma Ibanez fa buona guardia, il muro crolla sul momentaneo pareggio di Corunelius, ma all’ultimo è Rui Patricio a fissare il risultato. I due gol in trasferta non valgono più a seguito dell’abolizione della regola tradizionale, ma di certo la vittoria conquistata è un ottimo punto di partenza per una squadra diversa negli interpreti e nel modo di giocare. Buona la prima.


IN

Eldor Shomurodov

Si fa vedere per possibili inserimenti durante tutta la partita, ma i compagni difficilmente calibrano bene. È tra quelli che sembrano essersi meglio integrati negli schemi del mister e sul primo gol ha il merito di allontanare un uomo dall’area piccola, dove poi ci pensa Pellegrini a metterla dentro.
Si prende i riflettori insaccando il gol vittoria a dieci dalla fine, decisamente un ottimo inizio e un buon modo per farsi conoscere.

Henrikh Mkhitaryan
I palloni offensivi passano spesso sul suo lato e tra i suoi piedi. L’armeno sarebbe l’uomo a sbloccare la partita, se non fosse per un tocco di braccio ravvisato nel controllo precedente al tiro che spacca la traversa. Ritrova il lume pescando il suo numero 7 in mezzo all’area per l’uno a zero. Nelle ultime uscite dello scorso anno era apparso sottotono, che questo possa essere il Mkhitaryan che ci aveva accompagnato per la prima metà della stagione scorsa? Speriamo.


OUT

Rick Karsdorp

Nel gioco di Mou, i terzini salgono molto a dare una mano in fase offensiva, non dovendo però trascurare quella in difesa. Rick sembra recepire bene la prima parte, con buoni sgroppate lungo la linea di bordo campo, seppur con qualche sbavatura. Va anche vicino alla marcatura nel primo tempo, ma spara sul lato della rete. Dietro, le azioni pericolose avversarie passano spesso nei suoi spazi, con un Nwakaeme che lo salta fin troppo facilmente. Arriva dal suo lato anche una pericolosa conclusione da fuori di Hamsik, ma non è un errore fatale.


Giovanni Acone






Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

ULTIMI ARTICOLI

ULTIMI ARTICOLI

inserita 19 ore fa
ULTIMI ARTICOLI

inserita ieri
ULTIMI ARTICOLI

inserita 6 giorni fa

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata