La settimana giallorossa
APPROFONDIMENTI

Tra scazzottate e qualche infortunato recuperato: la settimana di Roma-Napoli

di Marco Paluzzi
Redazione de Il Legionario
inserita 3 mesi fa
164
10:00
533
Pace fatta tra Dkezo ed El Sharaawy, almeno per il momento. Dopo la piccola discussione avvenuta negli spogliatoi di Ferrara, in occasione del match contro la Spal, tra i due attaccanti giallorossi sembra essere tornato il sereno. Ma quello appena accaduto è soltanto una dei tanti episodi che stanno segnando in negativo una stagione che definirla fallimentare si fa veramente fatica.

Eppure l’obietto quarto posto, almeno in teoria, è alla portata. La squadra di Ranieri si trova attualmente al quinto posto in classifica a meno quattro punti da un Milan che sta facendo molto bene.
Dietro c’è sempre l’insidia dei cugini della Lazio che, tra le altre cose, ha anche una partita in meno. Quella di domani quindi, diventa un crocevia importante per la Roma che è chiamata a fare punti contro un Napoli sempre più confermato al secondo posto in classifica e con un morale alto vista la qualificazione avvenuta in Europa League.
Carletto Ancelotti poi la sponda romana la conosce molto bene e saprà riservare delle sorprese insidiose. Ma vediamo nel dettaglio come è stata questa settimana giallorossa.


Mamma li turchi e l’incognita Stadio della Roma: i fatti della settimana

Se il campo non basta a dare tormento ai tifosi della Roma, ci si mettono di mezzo anche fatti extra calcistici. Questa settimana il campionato di Serie A è stato fermo a causa degli impegni delle nazionali e questo ha fatto si che qualche infortunato o squalificato potesse rimettersi in sella e cominciare ad insidiare Claudio Ranieri nelle sue scelte. Tra questi c’è sicuramente Cengiz Under. Il turco, out da due mesi, sembra essere tornato a disposizione. Vederlo titolare sarà difficile ma molto probabilmente sarà arruolabile almeno in panchina. Notizia molto positiva per la Roma visto che lo score di Under contro in Napoli non è poi così male: 1 gol e 1 assist fino ad ora.

Solo Under? No! A tornare a disposizioni solo altri tre pilastri: Manolas, Kolarov e il capitano Daniele De Rossi che, come da inizio stagione, è in dubbio per una maglia da titolare. Quasi certi del loro posto sono invece il greco, centralissimo di difesa e il serbo sulla catena di sinistra. Tre innesti importanti che avranno sicuramente molto da fare vista l’enorme qualità che ha il Napoli in attacco.

Campo a parte a tenere banco è anche la questione stadio della Roma, sempre soggetto a dei colpi di scena improvvisi. Dopo l’arresto di De Vito, consigliere del comune di Roma accusato di corruzione, la Sindaca Raggi ha rassicurato tutti sottolineando che c’è piena volontà di andare avanti: “Noi vogliamo andare avanti e lo faremo come sempre a testa alta, abbiamo gli anticorpi per resistere a questi attacchi e lo abbiamo dimostrato”.
Fiducioso è anche il presidente della Roma, James Pallotta, che vorrebbe vedere iniziare i lavori entro la fine dell’anno. Fiducioso lui, poco i tifosi.

Chi vivrà vedrà, diceva una nota canzone, ma è il presente che preoccupa maggiormente. Contro il Napoli servirà cuore, testa e gambe. La speranza è che i giocatori, tutti, l’abbiano recepito.

Roma, è tempo di tornare grande.


Marco Paluzzi



Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata