News
NEWS

Spalletti in Conferenza Stampa pre Roma Udinese

Strootman e Paredes sono più forti di Pjanic. Questa è una delle squadre più forti che abbia mai allenato.
Redazione de Il Legionario
inserita un anno fa
2914
9:00
302424

Cominciamo con gli indisponibili: Torosidis, Florenzi, Rudiger, Mario Rui e Nura

 

In vista della sfida con l’Udinese quanto può pesare la partita con il Porto?

Non penso sia un peso perché noi da questa sfida ne siamo usciti abbastanza bene. Qualche dubbio c’era anche in noi stessi, invece poi il comportamento in campo è stato corretto, la squadra si è capito che è pronta. La spinta quindi è positiva, ne acquistiamo in sicurezza.

 

L’Udinese ha cambiato poco, quali sono le difficoltà della partita anche in vista della sfida con il Porto?

Si, hanno cambiato poco, loro son bravi e hanno una società che fa capire bene cosa vuole. Prendono questi giovani molto bravi che hanno forza fisica, corsa e che possono cambiare posizioni in cambio, ma non hanno più Di Natale e senza di lui perdono sicuramente qualcosa. Io Iachini lo conosco bene e so quello che sa trasferire alla propria squadra e quindi so che sarà una squadra pronta per giocare contro di noi.

 

A Porto il centrocampo è sembrato il reparto più affidabile, manca solo un giocatore che dia leggerenza e imprevedibilità. Secondo lei questo giocatore lo ha in rosa o va cercato nel mercato?

Noi abbiamo Strootman al posto di Pjanic e Strootman è più forte di Pjanic, abbiamo anche Paredes al posto di Pjanic e Paredes è più forte di Pjanic. Abbiamo anche Gerson che ha grandi qualità, ma deve ancora calarsi nel nostro calcio. Poi con l’arrivo di Peres abbiamo la possibilità di avanzare Florenzi. Si può sempre migliorare, ma per il momento siamo apposto così, abbiamo le qualità che ci vogliono per poter giocare il nostro calcio.

 

Una provocazione: Lei andrebbe allo stadio parcheggiando a due Km di distanza? Vuole fare un appello ai tifosi per questa stagione?

Se si riuscirà a riempire lo Stadio non penso che tutti possano entrare nel parcheggio interno. Penso che fare due passi a Roma faccia bene, una bella passeggiata la ordina anche il dottore. Le cose belle della vita bisogna gustarsele e viviamo la Roma quindi che è una bella cosa.

 

4 partite in pochi giorni, bisogna fare tour over per ragioni fisiche o di concentrazione?

Proprio perché ci sono tante partite in pochi giorni è una bella botta sia a livello fisico sia psicologico e quindi qualcosa si cambierà. Io ho un gruppo di giocatori forti che voglio usare e non faccio la formazione per accontentare qualcuno. Tutti quelli della nostra rosa hanno le qualità per poter partire da titolari.

 

A proposito di scelte se è stata fatta una scelta definita per quanto riguarda il portiere o si farà col tempo?

La prima partita ho scelto così perche Szczęsny si era allenato poco. Szczęsny è uno che aveva meritato di giocare questa partita, come anche El Shaarawy, ma poi io devo scegliere quello che sta meglio e che mi da più garanzie al momento, senza farmi influenzare. Questi giocatori vanno tutti applauditi perché hanno creato l’opportunità di entrare in Champions e avere gli introiti tanto chiacchierati.

Ieri Bruno Peres in Conferenza ci ha detto di essere stufo della Juventus che vince sempre. Secondo lei è davvero così impossibile lottare contro la Juventus?

Lo abbiamo detto tante volte, ma a voi piace ripetere sempre le stesse cose. Bruno Peres vuole vincere e allora oggi comincia a pedalare altrimenti non si vince, noi vogliamo vincerle tutte, montare sopra tutto ciò che passa. C’è il confronto con Juventus, Napoli, Inter, Milan, Fiorentina, perché queste squadre non sono peggio della Roma, è una presunzione che non dobbiamo concederci. Ma noi siamo forti e fin da subito dobbiamo essere anche grandi. Questa è una delle squadre più forti che abbia mai allenato.

 

Lei tempo fa parlò dell’impatto delle tournée sulla preparazione fisica, come sta la Roma?

Quello che si imposta è un inizio di lavoro. C’è un periodo in cui tu programmi delle cose da fare per raggiungere un certo livello, ma anche in questo periodo qui ci sono delle amichevoli in cui si traggono delle conclusioni senza tener presente il programma di allenamento. Secondo me la Roma sta bene, poi ognuno la pensi a suo modo. A Mariu Rui ho fatto portare i giornali portoghesi, vogliamo confrontarli? Vogliamo fare questo giochino? Vogliamo confrontare le pagelle della partita contro il Porto dei vari giornali? Qui sono state date delle insufficienze che secondo me non c’erano, ma ognuno è giusto che scriva quello vuole. Il comportamento del nemico sincero è una qualità che apprezzo.

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata