News
NEWS

Spalletti e De Rossi in Conferenza Stampa

Contro il Porto siamo pronti per fare una grande partita
Redazione de Il Legionario
inserita un anno fa
1744
15:00
442323

Domande a De Rossi

 

Questa rivoluzione in difesa più darvi delle sensazioni positive per iniziare al meglio la stagione?

Ad Agosto si può prevedere ben poco, ma di solito meno cambi, meglio è. Per unire gli elementi in difesa bisognerà fare un gran lavoro, ma sono arrivati giocatori di esperienza che si adatteranno presto.

 

Daniele, in nazionale hai avuto un problema fisico, anche se prima stavi benissimo. Il lavoro fatto quest’estate ti fa sentire al top?

Dirlo ora non è troppo intelligente, bisognerebbe aspettare qualche partita. Questa estate mi sono sentito bene, ma lavorare bene non basta, bisogna lavorare forte. Quando vai avanti con gli anni bisogna allenarsi ancora di più.

 

Daniele, da giocatore di grande esperienza internazionale e da capitano quale sarai domani, che messaggio ti senti di dare?

Non ho mai fatto un preliminare di Champions, in base a questo risultato cambierà la stagione e soprattutto la nostra impostazione mentale. E’ una partita fondamentale, non ho consigli per i miei compagni, già hanno capito l’importanza. Siamo pronti per fare una grande partita.

 

Daniele, sei il veterano di centrocampo, che consigli ti senti di dare ai tuoi compagni di reparto?

Io cerco sempre di dare una mano, soprattutto cerco di stare vicino ai giovani. Mi piace essere uno di loro, un compagno di squadra con un po’ più di esperienza a cui chiedere qualche consiglio ma anche con il quale scherzare. Questo ruolo di veterano non mi da fastidio, ma sento che devo essere un esempio.

 

Daniele, fra gli ultimi arrivati c’è qualcuno che ti ha sorpreso in particolar modo? Secondo te le squadre portoghesi possono trarre beneficio dalla vittoria del Portogallo agli europei?

Tutti i nuovi si sono inseriti bene, sono tutti giocatori conosciuti e affermati sui quali si può fare grande affidamento, ma quello che mi ha impressionato di più è Paredes che è maturato molto.
Penso ci sia stata una grande ondata di entusiasmo, ma tanti della nazionale portoghese giocano all’estero. L’entusiasmo sarà sicuramente un aiuto per le società portoghesi, come lo è stato nel 2006 per noi.

 

Il Porto ha cambiato molto dall’ultima stagione, anche l’allenatore. Secondo te quali sono i giocatori più pericolosi del Porto?

Si, ha cambiato molto, ma la sua forza è stata anche questa, cambiare e trovare sempre giovani talentuosi. Non dobbiamo sottovalutare il loro modo di giocare e i giocatori di talento.

 

Domande a Spalletti

 

Un giudizio sull’arrivo di Bruno Peres, perché lo avete cercato e cosa può dare in più alla squadra?

Lo abbiamo cercato perché prima di tutto è un calciatore forte e la Roma vuole essere una squadra forte. Bruno Peres ha caratteristiche ben delineate, è un tuttafascia e a noi mancava un calciatore in questo ruolo che potesse giocare su entrambe le fasce.

 

La convince il metodo Barcellona nella scelta di un portiere per il Campionto e uno per le Coppe? Strootman è pronto per giocare?

Strootman domani giocherà. Per quanto riguarda i portieri sceglierò di volta in volta.

 

Dal punto di vista del gioco e della testa, in cosa è diversa la Roma di adesso da quella di gennaio?

Sono arrivati dei calciatori forti e soprattutto che hanno avuto esperienze in club importanti. Questo ha dato sicuramente una spinta di professionalità ed esperienza al nostro spogliatoio. Ora siamo una squadra forte e siamo pronti per questa sfida importante.

 

Parliamo di Dzeko, al di là di quello che ha fatto vedere nel precampionato, Dzeko domani potrà fare la differenza anche dal punto di vista difensivo?

Questo me lo aspetto da tutti i calciatori, mi aspetto che tutti siano nella partita. Se si pensa che in una partita ci sono 55 minuti di gioco effettivo, ogni calciatore la palla la toccaa per un minuto o poco più, quindi è nel restante tempo che deve fare la sua parte, anche per aiutare gli altri.

 

Qui in estate c’è stato molto interesse per il calciatore  Herrera, è un calciatore che le piace, avrebbe voluto portarlo alla Roma? Peres intendete inserirlo nella lista Champions per la partita di ritorno?

Peres si, lo vogliamo inserire nella lista Champions per la partita di ritorno. Per quanto riguarda Herrera personalmente non ho parlato alla società per portarlo alla Roma, ma lo ritengo un calciatore forte, non so se la Roma ha mai tentato di prendere questo calciatore, ma personalmente non l’ho mai richiesto, ho altri calciatori forti come Herrera e sono contento di loro.

 

Per domani ha scelto Alisson visto anche che Szczęsny non è al 100%? Con l’arrivo di Peres intendete adottare una difesa a 3?

Per quanto riguarda la formazione è giusto che la dica prima ai ragazzi. Non intendo giocare sempre con una difesa a 3, cercheremo di usare entrambe le alternative. Peres ci da possibilitità di alternative, poi bisogna vedere come lavorano insieme, come rispettano i ruoli e vedremo di volta in volta chi giocherà e chi no. Tutti devono dare il massimo e dare la loro disponibilità.

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata