Analisi tattica dei gol

SPAL Roma 1-6 - L'analisi dei gol

a cura di Matteo Bianchetti
Redazione de Il Legionario
inserita 2 mesi fa
377
0:00
2811
• 0 – 1 gol di Kalinic



La Roma domina a Ferrara e ne fa 6. Ad aprire le danze è Kalinic con un gol di rapina.
Pellegrini gestisce palla sulla sinistra, allarga per Spinazzola e si inserisce in area. L’esterno giallorosso la mette tesa in mezzo dove c’è Carles Pérez che, di petto, fa la sponda per Pellegrini. Il capitano della Roma prova una conclusione in porta in girata ma il portiere respinge, prova a tenerla lì ma Kalinic è più veloce di tutti e, con la punta, anticipa portiere e difensore siglando il gol del vantaggio giallorosso.
Bella azione manovrata con inserimenti veloci e passaggi diretti conclusa in rete furbamente da Kalinic. Per il croato è il 4° gol stagionale.


• 1 – 1 gol di Cerri



Al 24’ Cerri trova il gol del pareggio con un bel colpo di testa.
I centrocampisti della Spal fanno girare palla sulla trequarti, alla ricerca del varco giusto per ferire i Lupi. La difesa è schierata e l’unico modo è scavalcarla. Così riesce Valdifiori a trovare un pallone filtrante in area per il compagno di squadra Cerri, che sfrutta fisico e centrimetri per sovrastare Kolarov e incornare in rete il pareggio.
Male Kolarov che non segue la linea difensiva tenendo in gioco Cerri e poi si fa sovrastare. Insicuro per tutta la partita anche Pau Lopez, il quale, a volte, dà l’idea di parlare poco con la difesa e questi possono essere i risultati.


• 1 – 2 gol di Carles Pérez



Al 38° minuto del primo tempo la Roma passa di nuovo in vantaggio grazie a Carles Pérez.
Mancini anticipa di testa Cerri e si appoggia a Cristante che salta un uomo e va in verticale per Carles Pérez. Lo spagnolo prima controlla male la palla e la perde, ma poi è caparbio e la recupera subito pressando il difensore, punta l’area e con un sinistro potente batte Letica e fa 2 a 1.
Bene Mancini che supera la metà campo per contrastare Cerri e recuperare un palla importante. Bene anche Cristante a verticalizzare il gioco per dare velocità alla manovra. Benissimo Carles Pérez per l’atteggiamento dimostrato e per il gol di cattiveria che dà una spinta ai compagni.


• 1 – 3 gol di Kolarov



Nel secondo tempo la Roma chiude la partita. Al 47’ Kolarov sfonda i guantoni di Letica con una conclusione dai 30 metri.
Mancini gestisce palla sulla destra in posizione molto avanzata e, in mezzo a due avversari, scarica per Diawara, il quale, a sua volta, gira per Kolarov. Il serbo non ci pensa due volte e fa partire una bordata che lascia poco scampo a Letica. La traiettoria è nota: il pallone gira lentamente in aria e va prima a destra e poi a sinistra, ingannando l’estremo difensore della Spal, che può solo toccare e guardare la palla fumante in rete.
7° gol in campionato per Kolarov, non male per un difensore!


• 1 – 4 gol di Bruno Peres



Passano 5 minuti e la Roma si porta sul 4 a 1 con l’insospettabile Bruno Peres.
L’azione è avvolgente, come nel caso del primo gol: Zappacosta recupera palla nella propria metà campo, chiede e riceve un ampio uno-due con Pellegrini. Il terzino giallorosso sfrutta gli spazi e in velocità supera il difensore, guarda in area e mette un bel cross rasoterra in mezzo. Ad arrivare sul pallone è Bruno Peres che svirgola ma premia Kalinic. Il croato anticipa il difensore e serve ancora Bruno Peres che controlla e davanti a Letica non può sbagliare.
Azione in velocità che premia le ultime ottime prestazioni di Bruno Peres. Questo è l’atteggiamento giusto da avere in tutte le partite. Bene Bruno Peres a non fermare la sua corsa e a crederci fino in fondo. Bene anche Zappacosta, subentrato a Spinazzola, ha garantito corsa e fiato sulla fascia destra.


• 1 – 5 gol di Bruno Peres



Al 75° minuto è ancora Bruno Peres ad andare in rete con la sua prima doppietta in maglia giallorossa.
La Spal è ormai rassegnata e la Roma fa girare palla con molta facilità. Cristante apre per Zappacosta che serve ancora una volta il compagno di reparto della fascia opposta: Bruno Peres. Il brasiliano punta l’avversario in area, sposta il pallone e calcia sotto all’incrocio. Il tiro è imparabile per Letica e sono 5.
Spal che non oppone più resistenza e la Roma ne approfitta. Bravi tutti quanti a non fermarsi e ad affondare sempre il colpo.


• 1 – 6 gol di Zaniolo



Al 90’ Zaniolo decide di zittire tutti i giornalisti e dimostrare al mister e ai compagni il giusto atteggiamento.
Smalling lo serve sulla propria trequarti campo, il numero 22 giallorosso si gira in mezzo a due e parte in velocità, resiste ai contrasti, supera altri due avversari, entra in area, sterzata, palla sul sinistro e tiro sotto alla traversa. 6 a 1.
Il gol è un capolavoro, per zittire tutti i giornalisti che hanno cercato di scalfire la sua tranquillità e quella della squadra. Mette in mostra tutte le sue migliori caratteristiche, quelle di cui ci si innamora a prima vista. Un gioiello da tenere stretto e farlo diventare un diamante.
6° gol in campionato, 8° stagionale. I numeri crescono insieme a lui.


Matteo Bianchetti





Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata