Triplice fischio

Shakhtar Roma 1-2 - Orgoglio giallorosso

Una grande Roma, attenta e intelligente, riesce a superare anche nella partita di ritorno lo Shakhtar, grazie alla doppietta di Borja Mayoral e al buon equilibrio di tutta la squadra. Ora nelle competizioni europee c'è solo la Roma!
Redazione de Il Legionario
inserita 29 giorni fa
172
4:00
622
Il match parte subito bene, si vede che la Roma è concentrata e non vuol lasciare nulla agli ucraini. Al 6' arriva la prima occasione per i capitolini: Mayoral scatta sul filo del fuorigioco, si libera di un avversario, entra in area ma calcia alto. Al 23’ ci prova Spinazzola che dalla fascia converge all’interno e prova il tiro a giro che però si perde largo. Lo Shakhtar risponde al 27’ con un tiro da fuori di Alan Patrick, Pau Lopez è attento, così come tutta la difesa giallorossa che non lascia spazi agli attacchi ucraini. Il primo tempo si conclude così con l’ottimo risultato di 0-0.

Nella ripresa, dopo soli tre minuti, la sblocca la Roma: superba progressione di Karsdorp che arriva sul fondo e crossa in area, Pedro viene anticipato da un difensore, ma la palla arriva al ben appostato Borja Mayoral che di testa, senza nemmeno saltare, centra la porta per l’1-0 giallorosso. Per lo Shakhtar è una mazzata e la Roma comincia a prendere in mano il pallino del gioco e a fare la partita. Al 54’ Pedro si mangia un gol fatto, un minuto dopo anche Carles Perez colpisce male e spreca un’occasione, al 57’ invece è Trubin a superarsi con una bella parata su colpo di testa di Mayoral. Fonseca dopo il cambio ad inizio ripresa di Mancini per un acciaccato Ibanez, inserisce anche Pellegrini, Bruno Peres e Calafiori. Passa un minuto e, causa anche un po' di confusione in campo per via delle sostituzioni, i giallorossi si lasciano sorprendere sugli sviluppi di un calcio di punizione e lo Shakhtar pareggia con Junior Moraes. Gli ucraini provano l’assalto, ma la Roma è solida e al 27’ trova ancora il gol del sorpasso con il solito Borja Mayoral che insacca dopo una bella azione di Carles Perez: lo spagnolo supera il portiere e serve il connazionale che, nonostante l’intervento alla disperata dei difensori ucraini, non sbaglia. L’attaccante ex Madrid potrebbe trovare la tripletta nei minuti di recupero, ma questa volta Carles Perez cerca la soddisfazione personale e invece di un assist facile facile, prova un tiro che viene parato dal portiere in uscita.

Poco male, la Roma è ai quarti! Ed è l’unica italiana rimasta nelle competizioni europee. Orgoglio giallorosso.


ES





Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata