L'argomento
APPROFONDIMENTI

Sabbie mobili

Difficile dire cosa succederà da qui ai prossimi giorni, ne sapremo di più, forse, all'arrivo del Presidente a fine mese, quando si prevede un colloquio chiarificatore con Mister Spalletti; intanto rimettiamoci in carreggiata! (di Gilberto Proietti)
Redazione de Il Legionario
inserita 5 mesi fa
1195
7:00
272424
Mai ci saremmo aspettati di trovarci, a poche ore dalla partita di Palermo, con la situazione di dover vincere ad ogni costo, non tanto per tenere a minima distanza il Napoli, ma per ritrovare un minimo di serenità nella squadra e in tutto l'ambiente romanista. Non sarà importante il gioco, non stavolta, sarà importante portare a casa i tre punti che permetteranno alla squadra di tenere, almeno per qualche giorno, i problemi chiusi in un cassetto e poter lavorare per provare a ribaltare il risultato negativo di Lione.

Certo è che l'intervista del Presidente James Pallotta rimbalzata dagli States non ha contribuito a lenire le ferite, soprattutto del Mister il quale, alle seppur velate critiche sulla formazione scesa in campo contro il Napoli, ha risposto dicendo che lui non si mette in discussione, va avanti per la sua strada.

È evidente che Spalletti non ama intromissioni sul suo operato, tantomeno avanzare dubbi sui metodi di allenamento del suo staff (è ricorrente da parte della stampa spiegare con la stanchezza dei giocatori i cattivi risultati con Lazio, Lione e Napoli). Ma questo lo sapevamo già dal trascorso del tecnico toscano sotto la presidenza di Rosella Sensi.

In conferenza stampa più volte ha usato dire di "essere finiti con una ruota nel fango, ma l'altra ruota è libera", cerca di trovare un appiglio che evidente gli manca; si capisce dal riferimento appena accennato all'imprevista ricaduta di Florenzi dove si è trovato senza una pedina fondamentale per lo schema attuale e senza poter dare riposo a chi opera su quella fetta di campo.

Ancora una volta ha ribadito di lasciare la società in caso di non vittoria, senza specificare quale (a precisa domanda di un cronista); ha respinto le insinuazioni su un preaccordo con altra squadra, ma la distanza tra la Roma e la sua riconferma sembra ogni giorno che passa aumentare sempre più.

Anche l'ambiente romano sembra cominciare a perdere la pazienza con i tentennamenti del tecnico, e quella fetta di pubblico che non l'ha mai amato ora trova linfa vitale. Difficile dire cosa succederà da qui ai prossimi giorni, ne sapremo di più, forse, all'arrivo del Presidente a fine mese, quando si prevede un colloquio chiarificatore con Mister Spalletti; intanto rimettiamoci in carreggiata!

Gilberto Proietti

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata