Analisi tattica dei gol

Roma Zorya 4-0 - L'analisi dei gol

a cura di Matteo Bianchetti
Redazione de Il Legionario
inserita 7 mesi fa
180
4:00
241717
• 1 – 0 gol di Carles Perez

 
 


La Roma batte facilmente lo Zorya con quattro gol di pregevole fattura.
Ad aprire le marcature è Carles Perez, in un ruolo completamente nuovo per lui ma che ha saputo gestire alla grande grazie alla sua caratteristica grinta.
Possesso difensivo giallorosso che fa girare la palla in attesa in attesa del varco giusto. Tattica che funziona, perché questo fa alzare la linea di pressing dello Zorya creando tanto spazio alle spalle dei difensori. Smalling perciò trova il varco sulla fascia sinistra, per El Shaarawy che viene incontro e di prima cerca Abraham sul cerchio di centrocampo. L’attaccante inglese viene steso ma alle sue spalle c’è Zaniolo libero e pronto a ricevere palla. El Shaarawy dopo il passaggio scatta sulla fascia e viene servito da Zaniolo, avanza fino al limite dell’area e serve, con l’esterno destro, Carlez Perez in arrivo sul secondo palo. Lo spagnolo di destro non sbaglia e fa rete.
Azione che si accende in un attimo grazie alla creatività dei fantasisti giallorossi. Bravissimo El Sha a farsi vedere da Smalling, a muovere la palla di prima e scattare immediatamente, lasciando il suo marcatore alle spalle. Da manuale i movimenti di Abraham e Zaniolo. Perfetto anche l’inserimento e la caparbietà di Carles Perez.


• 2 – 0 gol di Zaniolo

 
 
 


Al 33’ Zaniolo ritrova il gol con bel tiro di destro a chiudere un contropiede.
Mancini con aggressività recupera palla e fa partire Veretout. Il francese parte dalla propria metà campo e porta il pallone fino all’area avversaria dove serve Zaniolo alla sua destra. Il numero 22 giallorosso controlla e calcia di destro anticipando l’uscita del portiere avversario e manda la palla in rete. 2 a 0.
Bravissimo Mancini a mordere le caviglie degli avversari e recuperare un pallone importante. Bravo anche Veretout a partire in velocità e servire Zaniolo in posizione favorevole.
Zaniolo è freddo sottoporta e questo gol può aiutarlo a sbloccarsi anche in campionato.


• 3 – 0 gol di Abraham

 
 


Dopo 30 secondi nel secondo tempo Zaniolo se ne va in velocità sulla fascia, sorprendendo la difesa avversaria, si lancia verso la porta e sfruttando l’uscita del portiere, serve in area Abraham che deve solo appoggiare di piatto nella porta vuota.
Straordinario la finta di corpo di Zaniolo che, con un velo, elude la marcatura del diretto avversario e con uno scatto si dirige in solitaria verso la porta.
Bravo anche Abraham, questa volta, a farsi trovare nel posto giusto e mandare il pallone in rete.


• 4 – 0 gol di Abraham

 
   

Al 75’ Abraham, con una rovesciata, chiude la partita.
Mkhitaryan compie un’ottima incursione dalla sinistra, si accentra, entra in area e prova a concludere in porta, la palla si alza dopo la deviazione del difensore e sulla traiettoria si invola Abraham che, spalle alla porta, si coordina in rovesciata e batte il portiere con un bellissimo gesto tecnico.
Poca tattica, molta tecnica. Abraham dimostra di avere i grandi colpi. 4 a 0.


Matteo Bianchetti






Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata