In & Out

Roma Verona 2-2 - In & Out

a cura di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita 7 mesi fa
196
3:00
261818
Ennesima prova deludente della Roma che perde altri due punti contro l’Hellas Verona. Tudor spinge alla carica i suoi che si fanno subito in avanti e mandano in panico i giallorossi, incapaci di reagire per 50 minuti, prima che la freschezza primaverile permetta di agguantare un disperato pareggio. Atteggiamento passivo e irritante da parte dell’undici di Mourinho: giocatori poco propositivi ed un Abraham solo nel deserto dei palloni vaganti. Barak e Tameze lo capiscono e colpiscono per due volte, Tudor esulta come se avesse già agguantato i tre punti, ma fa i conti senza ‘gli oste’ che mostrano ben altro carattere. Indecente la prova dei titolari, con Oliveira e Pellegrini che mostrano più nervosismo che inventiva e i terzini che sbagliano tutto il possibile. Che ritorno da horror per il modulo a quattro in difesa. Mourinho ha le sue colpe, ma poco può fare con una squadra che sembra disinteressata e poco invogliata a vincere.


IN

Aria Primaverile

Mamma mia che boccata d’ossigeno che danno gli ingressi dei ‘ragazzini’ in campo. Zalewski entra e lascia mangiare la polvere sulla fascia a sinistra, con interventi nella propria metà campo preziosi. Le ripartenze sue innescano i suoi compagni. A sfruttare queste occasioni ci pensa prima Volpato, che con un buona idea porta prima all’angolo e poi sulla respinta seguente di Barak infila Montipò. Le acque iniziano a smuoversi, è Bove che segna la rotta: ha la lucidità di vedere il lato scoperto del portiere del Verona e lo infila d’astuzia. Pareggio agguantato ma non esulta, di carattere prende il pallone e spinge i suoi a metà campo. Avessero avuto qualche minuto in più chissà. Tempo al tempo e soprattutto senza fretta di consacrarli a campioni, in questa partita sono stati l’ancora di salvezza.


OUT

Rick Karsdorp

Non riesco proprio a definire la partita dell’olandese. Nervoso, impacciato, impreciso. Regala palloni sanguinolenti ai suoi avversari e il suo match si racchiude nei passaggi facili sbagliati in fase di verticalizzazione. Si prende l’ennesimo giallo, per cui mi sarei aspettato anche un secondo cartellino in seguito visto come si stava comportando. Se vogliamo in qualche modo accettare la nullità in fase difensiva, davanti non azzecca un cross, che tristezza.

Sergio Oliveira
Che sia già svanito il magico effetto della nuova maglia? Il portoghese è lento, crea niente e si prende anche lui un giallo inutile. Tameze giganteggia nella metà campo, lui non reagisce come un pugile che continua a subire con la guardia bassa. Sostituito da un Veretout che almeno ci prova.

Lorenzo Pellegrini

Pochissima roba anche per il capitano, non manca alla festa dei ‘gialli’ e spreca un’occasione ghiotta cercando un rigore che non avrebbero comunque mai concesso. Entrato in area doveva sfondare la porta, invece si butta giù. Idee poche e confuse, il risultato è una Roma brutta e poco consistente.


Giovanni Acone





Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

ULTIMI ARTICOLI

ULTIMI ARTICOLI

inserita 5 giorni fa

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata