In & Out

Roma Udinese 3-0 - In & Out

a cura di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita 17 giorni fa
157
4:00
644
Tris calato e Udinese superata, la Roma si riprende il terzo posto e si rilancia in vista del big match con il Milan. Poche occasioni concesse agli ospiti che cadono spesso nella trappola del fuorigioco, ben orchestrata dalla linea difensiva giallorossa. Veretout apre le danze e poi raddoppia, chiude nel recupero Pedro, che ritorna al gol proprio contro l’Udinese con cui aveva trovato la prima marcatura nella gara di andata.
Ottima prestazione di Mancini e Ibanez, insuperabili, Pau Lopez tiene in ghiaccio la partita con un intervento straordinario su Deulofeu, Borja Mayoral non trova molto spazio, al suo posto Dzeko riesce a servire l’assist del 3-0 definitivo.
Sfruttato il passo falso della Juventus, la Roma ritorna ad essere dietro solo alle due milanesi, con l’obiettivo di tornare in Champions in testa, la voglia di spingerci più in alto che possiamo e il ritorno dell’Europa League si apre la fase più calda della stagione.


IN

Jordan Veretout

Il mediano francese per la seconda volta in stagione firma la doppietta e porta tre punti, utili per trascorrere bene il pranzo domenicale di San Valentino. Inizia con un terzo tempo che le torri friulane non individuano e poi spiazza Musso su rigore. Continua con tanta caparbietà a lottare su ogni pallone, prima di tirare il freno in un finale a senso unico. L’Udinese era tra le difese migliori del campionato, Jordan ha spaccato la partita ed il muro di Musso. Più in alto di tutti.


Roger Ibanez – Gianluca Mancini
I “blues brothers” della difesa, precisi sugli interventi e con una prestazione al limite della perfezione. Mancini è tornato, dopo lo scivolone con lo Spezia, ad essere il comandante del reparto e a condurlo con il fisico, ma soprattutto la testa; Roger invece arrivava da settimane difficili e in questa occasione non fa vedere la porta a Llorente e Deulofeu, mostrando tanta voglia di redimersi dagli errori delle partite precedenti. Il brasiliano va vicino anche alla gioia del gol, ma Stryger Larsen devia a pochi centimetri dalla linea di porta. Spero che possano ripetere prestazioni del genere anche con Braga e Milan, e chissà, dare la spinta per ambire a qualcosa di più del quarto posto.


OUT

Borja Mayoral

Pochissimi pericoli con Nuytinck a tenerlo a bada. Cerca di costruire alla Dzeko per i compagni, ma chiude senza alcun tiro pericoloso, decisamente poco. Ha bisogno di reinventarsi nei momenti in cui gli avversari capiscono i suoi inserimenti, ma le soluzioni non arrivano contro l’Udinese. Ancora altalenante il suo rendimento, in una Roma che ha bisogno di più sicurezze.

Bruno Peres

Trema (e fa tremare me) troppo, non concedendo a Fonseca la tranquillità di far riprendere fiato a Spinazzola, gioca pochissimo, ma quasi ogni pallone che tocca coincide con un errore. Per fortuna che Karsdorp è tornato ad alti livelli...


Giovanni Acone






Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata