In & Out

Roma Udinese 1-0 - In & Out

a cura di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita 29 giorni fa
371
3:00
866
Dopo lo stop in quel di Verona la Roma riparte da casa sua: all’Olimpico basta una zampata di Abraham per stendere i friulani. Partita che vede il ritorno sugli scudi di Mancini ed una buona prestazione di Calafiori, il quale ha il merito di creare l’occasione per l’uno a zero. In difesa sembra esserci qualche difficoltà di troppo, mentre davanti i soliti legni continuano a frenare il passivo dei giallorossi.
Bene anche Mkhitaryan e Veretout, ancora pochi segnali da Zaniolo che viene fermato in apertura dal palo, ma dal quale ci si aspetta ancora di più. Pesantissima l’espulsione rimediata da Pellegrini, su un normale contrasto aereo, inspiegabile. Costa il derby al capitano e un bel grattacapo per Mou che dovrà far fronte all’assenza del suo miglior giocatore.


IN

Tammy Abraham

Parte entrando in campo sulle note dell’inno e cantandolo come se fosse un ragazzino della Sud, al via delle ostilità c’è da lavorar sodo di fisico per trovare spazi. Costantemente sotto marcatura dei difensori avversari, trova il varco al 37’ su gentil concessione di Calafiori. Arriva così il primo gol all’Olimpico che servirà a caricarlo ancor di più in vista del derby di domenica pomeriggio dove vestirà i panni del condottiero vista l’assenza di Pellegrini.

Riccardo Calafiori
Gli era stato chiesta maggior intraprendenza e una prova di maturità. Il giovane esterno risponde con una discesa sulla fascia che fa perdere la testa a Molina e un passaggio calibrato per Abraham, lasciandogli il solo compito di appoggiare il pallone in rete. Come ha detto Mou “non si è limitato al fare il compitino”, ma ha dimostrato di poter essere un’ottima alternativa a Spinazzola. Siamo solo agli inizi.

Gianluca Mancini
La prestazione di Verona era da cancellare e così è stato fatto. Il centrale azzurro risale in cattedra e tiene in riga i compagni, salvando la sua porta da Pussetto al 40’ e lottando fino alla fine. Poco importa se parte anche lo zigomo, lui ringhia su ogni pallone.


OUT

Calo del secondo tempo

Condizione che interessa Zaniolo, Ibanez e Cristante, ma che prende quasi tutto l’undici giallorosso. Certamente causato dal susseguirsi di tante partite in pochi giorni, rischia di rovinare un’altra giornata di campionato, ma questa volta la Roma regge. Nicolò parte bene con un palo colpito nei primi minuti, per poi spegnersi col passare dei minuti. Roger e Bryan invece commettono più imprecisioni nella ripresa, concedendo qualche spazio di troppo all’Udinese. È inevitabile che ci sia la stanchezza, ma è fondamentale cercare di non perdere la concentrazione.


Giovanni Acone






Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata