News
APPROFONDIMENTI

Roma Torino 3-2 - L'analisi dei gol

di Matteo Bianchetti
Redazione de Il Legionario
inserita 8 mesi fa
393
10:00
281515

• 1 – 0 gol di Zaniolo






Il gol del primo vantaggio giallorosso arriva da calcio piazzato, come è avvenuto molto spesso in questa stagione. Infatti, in questa azione si può vedere come viene sfruttata la fisicità di Fazio, bravissimo nel fare la sponda per Zaniolo dopo un lungo cross sul secondo palo di Kolarov.
Ovviamente caparbio Zaniolo nel cercare il gol dopo la ribattuta ma, se andiamo a vedere più attentamente i movimenti degli altri giocatori in area, si può notare come sia Dzeko che Cristante si fossero liberati benissimo al centro dell’area. Questo dimostra che gli schemi della Roma da calcio piazzato funzionano al meglio.



• 2 – 0 rigore procurato da El Shaarawy





Il raddoppio della Roma arriva su rigore tirato alla perfezione da Kolarov. L’azione che ha portato al fallo da rigore su El Shaarawy è nata da un’ottima incursione solitaria di Karsdorp, il quale ha sfruttato lo spazio centrale creato dall’allargamento sulla fascia di Kluivert e l’inserimento di El Shaarawy fra i due difensori del Torino.
Il passaggio filtrante dell’olandese è illuminante e il dribbling secco del faraone ai danni di Sirigu è micidiale.



• 2 – 1 gol di Rincon





Il Torino accorcia le misure con un tiro a giro di Rincon dal limite dell’area. Dopo il tiro di Belotti rimpallato da Fazio, il pallone finisce nella zona di Rincon che riesce a piazzarlo con un tiro di precisione. Sono due gli errori della difesa giallorossa: il primo è la poca aggressività, di fatto la difesa è troppo schiacciata verso la propria porta e questo ha portato una lentezza nell’uscita sulla palla vagante. Il secondo errore è una costante della stagione in corso: ogni volta la Roma si ritrova a difendere in 6, nell’azione possiamo notare come ci siano solo i 4 difensori e i 2 mediani (Pellegrini e Cristante).
Una grande squadra deve essere compatta, tutti devono contribuire a difendere la porta e a recuperare la palla.



• 2 – 2 gol di Ansaldi





Esattamente come nel gol di Rincon, la difesa fa fatica ad uscire rapidamente dall’area dopo la respinta centrale di Manolas e così Ansaldi, senza pensarci due volte, tira al volo e la insacca. Stessi errori del primo gol: pochi giocatori a difendere e poca aggressività.
Esente da colpe Olsen che vede partire il pallone troppo tardi per poterci arrivare. Una nota per Manolas: non si rinvia mai per vie centrali…ma è anche vero che non è facile indirizzare il pallone durante un contrasto aereo contro Belotti.



• 3 – 2 gol di El Shaarawy





Il gol vittoria della Roma arriva alla fine di un’azione corale, pallone in verticale per Shick che trova liberissimo Pellegrini per vie centrali al limite dell’area, il numero 7 giallorosso è bravissimo a trovare lo spazio e mandare in porta El Shaarawy con un passaggio prezioso. Il faraone è letale, mette il pallone sul primo palo e regala i 3 punti alla Roma!
Ottimo il passaggio di Shick verso il centro ed eccellente la visione di gioco di Pellegrini che con classe riesce a far passare il pallone fra i due difensori del Torino e mettere El Shaarawy da solo davanti al portiere.
Per quanto Zaniolo stia facendo benissimo nel ruolo di trequartista utilizzando il fisico e l’aggressività, Pellegrini ha un'altra visione di gioco e un’altra classe, e in questa azione lo ha dimostrato.


Matteo Bianchetti


Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata