Pagelle
APPROFONDIMENTI

Roma Porto 2-1 - Le Pagelle (con video)

di Emanuele Grilli
Redazione de Il Legionario
inserita 9 mesi fa
218
0:00
211111
MIRANTE 6: Non posso dargli un voto diverso da questo semplicemente perchè non riceve praticamente nessun tiro verso lo specchio, se non quello del 2-1 di Lopez sul quale però poteva francamente fare poco. Un esordio poco impegnato ma non per questo meno emozionante, per un giocatore che professionalmente meritava una gioia del genere.

FLORENZI 6.5: Il voto è frutto della media di un buonissimo primo tempo fatto di chiusure tempestive e decisive, e di una ripresa decisamente poco altisonante. Nel complesso però la prestazione è sicuramente positiva, e l'esultanza sfrenata sul gol del 2-0 mi fa capire ancor di più quanto realmente Sandrino ami la maglia giallorossa.

MANOLAS 6.5: Riesce fin dai primi minuti a far sentire i propri muscoli a tutti gli attaccanti avversari, sia con interventi puliti che al limite della regolarità. Con lui in difesa la situazione è quasi sempre più tranquilla, e inoltre si fa vedere in avanti con diversi colpi di testa in area purtroppo poco pericolosi per la porta di Casillas.

FAZIO 6.5: Inizia con una difficoltà tremenda nella gestione palla ma finisce decisamente in crescendo, con tante discese offensive importanti e un'attenzione negli anticipi da grande giocatore. E' presto per dire che è tornato il Fazio di un tempo, ma certamente ha fatto la prestazione che doveva fare per aiutare la squadra a subire meno gol possibile.

KOLAROV 6.5:
Arriva allo stadio con la squadra e subito si ritrova un "Bastardo Kolarov" ben posizionato in Curva Sud. Il serbo fa finta di niente e fornisce una prestazione tutta muscoli e polmoni, anche dopo una brutta botta nel primo tempo che lo ha costretto a stringere i denti fino alla fine effettiva della partita. Eroico.

DE ROSSI 7: Il suo contributo non si limita alla semplice gestione palla, che anzi in alcuni casi ha visto anche dei passaggi sbagliati per i compagni, ma a tutta la sicurezza che il Capitano è riuscito a dare alla squadra, dalla difesa all'attacco. Consigli, aiuti, pacche sulla spalla, De Rossi è riuscito a dare carisma a una squadra persa, un valore che a 37 anni è tutto tranne che scontato.

CRISTANTE 6: Merita la sufficienza perchè soprattutto nel secondo tempo si è fatto vedere molto in avanti, ma non mi è piaciuto particolarmente a livello fisico, suo punto di forza nella maglia giallorossa. Troppi contrasti persi scioccamente e poca cattiveria in mezzo al campo, da uno come lui mi aspettavo certamente qualcosina di meglio.

PELLEGRINI 6.5: A livello offensivo impegna il portiere Casillas con tantissimi tiri pericolosi, forti ma facilmente contrastabili dallo spagnolo. Per il resto gestisce palla con grande maestria ed eleganza, saltando spesso e volentieri il diretto avversario e giostrando bene il pallone insieme ai compagni di squadra. Bene così!

ZANIOLO 8.5: Sicuramente è un voto un pochino esagerato per l'effettivo livello della prestazione, ma non posso non darglielo per la prima storica doppietta in Champions League a neanche 20 anni compiuti. A livello fisico giganteggia in mezzo al campo contro tutto e tutti, trovando due gol da rapinatore d'area e rischiando addirittura la tripletta personale. E' un predestinato.

DZEKO 7.5: In Champions è un giocatore che quando vuole ti fa innamorare delle sue giocate, e così è stato anche questa sera. Sponde a ripetizione, falli conquistati, due passaggi decisivi per la doppietta di Zaniolo, semplicemente devastante. Visto il pessimo girone d'andata, speriamo tutti che il ritorno del bomber bosniaco possa essere ancor di più decisivo per le sorti del club giallorosso.

EL SHAARAWY 6: Per tutto il primo tempo si diverte a provare ripetuti dribbling e belle giocate sbattendo però il più delle volte sulla muraglia degli ospiti portoghesi. Nella ripresa migliora leggermente e diventa più utile nella gestione palla, ma non è certo un'eresia dire che non è stata tra le sue migliori prestazioni stagionali.

NZONZI 6 (Dal 83' per Pellegrini): Entra negli ultimi dieci minuti per gestire palla ed evitare la clamorosa rimonta degli ospiti, obiettivo riuscito tutto sommato alla perfezione.

SANTON sv: Entra giusto per fare un paio di chiusure importanti e riprendere fiducia sul campo dopo le tante panchine consecutive.

KLUIVERT sv: Lo considero giusto per pignoleria, ma visto che non ha toccato neanche un pallone dargli una qualsiasi valutazione è decisamente complicato.

DI FRANCESCO 7: Mette in campo la migliore formazione possibile rischiando Nzonzi in panchina e proponendo una squadra con ben 7/11 di italiani, tra cui tutto il centrocampo. La squadra ha reagito bene fin dal primo minuto, difendendosi con ordine e proponendo un calcio offensivo e divertente. Forse avrebbe potuto far entrare prima Nzonzi per dare maggiore copertura a centrocampo, ma per il resto tutte le scelte si sono rivelate decisamente azzeccate.

VOTO DI SQUADRA 7: Un voto sicuramente positivo per una vittoria importante che però sa più di rimpianto che altro. La vittoria era l'obbiettivo minimo ed è stato raggiunto, grazie ad un ottimo gioco di squadra e uno spirito di sacrificio visto ben poche volte in tutta la stagione attuale. Ancora siamo lontani dal dire che la qualificazione è IN PORTO, ma a livello di gioco il nostro lo abbiamo fatto ampiamente.


Emanuele Grilli



Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata