Pagelle

Roma Monza 3-0 - Le pagelle (con video)

a cura di Emanuele Grilli
Redazione de Il Legionario
inserita 5 mesi fa
213
4:00
151818
RUI PATRICIO 6: La scarsa precisione degli ospiti gli permette di passare una serata tranquilla e senza patemi, con qualche uscita puntuale utile soprattutto a sgranchirsi le gambe. Speriamo possa sempre vivere giornate come queste.

MANCINI 6.5: Gioca la sua quarta partita consecutiva senza prendere cartellini, un piccolo segnale di miglioramento nell’irruenza che da sempre è stata il suo tallone d’Achille. Vero che il Monza non è stato impegnativo, ma va comunque premiata la sua concentrazione dal primo all’ultimo minuto.

KUMBULLA 6: Si sistema al centro della difesa al posto di Smalling, dando una generale sensazione di sicurezza a tutto il reparto difensivo. Purtroppo anche lui entra suo malgrado nella cerchia degli infortunati che speriamo di qui in avanti accolga sempre meno giocatori possibili. Che sfortuna!!

IBANEZ 7: Il suo primo gol stagionale è solo l’emblema di un momento di forma straordinario, partito a parer mio già dalla vittoriosa amichevole estiva contro il Tottenham. Tanti anticipi puliti, un’ottima gestione palla e qualche azione personale rendono la sua prestazione positiva e di livello.

CELIK 6.5: Trova il posto da titolare dopo la deludente prestazione di Karsdorp a Torino, mostrando fin da subito delle ottime doti difensive senza però disdegnare la fase offensiva. L’olandese ora dovrà sudare sette camicie, per riprendersi la titolarità mai come quest’anno in forte discussione.

CRISTANTE 6: Inizia con qualche errore di troppo in fase di possesso palla per poi crescere alla distanza una volta trovato il gol del vantaggio. Di lì in poi non sbaglia praticamente nulla, con tanti passaggi precisi ma senza nessuna giocata veramente importante. Sufficienza meritata.



MATIC 6.5: Nonostante una velocità non proprio eccelsa nel possesso palla dimostra di essere un giocatore di grandissima esperienza, con pochissimi passaggi sbagliati e una grande fisicità in mezzo al campo. Difficile pensare che possa giocarle tutte così, ma finchè è in un buon stato di forma fa benissimo il mister a puntare su di lui.

ZALEWSKI 6: Torna in campo da titolare per la prima volta in stagione con una prestazione positiva ma senza nessun sussulto particolare. Si fa trovare pronto sia in zona difensiva che offensiva mostrando un ottimo senso della posizione, ma senza fare cross pericolosi o chiusure tempestive all’ultimo istante. Sufficiente.

DYBALA 7.5: Trova finalmente il suo primo gol in giallorosso con un tiro potentissimo all’angolino, per poi ripetersi pochi minuti dopo con un tocco ravvicinato da rapinatore d’area di rigore. Nella ripresa cala d’intensità andando comunque vicino al terzo gol dopo pochi secondi, per poi uscire e prendersi la meritata standing ovation di tutto lo stadio. Quanto lo aspettavamo!!

PELLEGRINI 6.5: Inizia con qualche errore di troppo per poi crescere a distanza col passare dei minuti, con il cross pennellato per il 3-0 di Ibanez e almeno due occasioni importanti per trovare la gioia personale. Resta tuttora un giocatore imprescindibile.

ABRAHAM 7: Entra nelle azioni dei primi due gol giallorossi con un bel lancio di testa e un tiro pericoloso deviato dal portiere, per poi scatenarsi nella ripresa con tanti dribbling ubriacanti e un’azione personale che avrebbe meritato maggiore fortuna. Passo in avanti.

SMALLING 6.5 (Dal 28’ per Kumbulla): Entra a sorpresa dopo l’infortunio di Kumbulla presidiando come al solito il centro della difesa, con tanti anticipi puliti e un’ottima gestione palla su ogni zona del campo. Insostituibile.

EL SHAARAWY 6.5 (Dal 65’ per Dybala): Entra come al solito nella ripresa sia per far rifiatare Dybala che per cercare gloria personale, andandoci vicino con qualche bella giocata ma uscendo per un altro fastidioso infortunio stagionale. Qualcuno ci aiuti!!

SPINAZZOLA 6 (Dal 66’ per Zalewski): Dopo la deludente prova contro la Juve entra dalla panchina col risultato ormai in cassaforte, andando comunque vicino al gol con un tiro potentissimo deviato da Di Gregorio. Utile.

BELOTTI 6 (Dall’80’ per Abraham): A sorpresa esordisce subito in maglia giallorossa, e nonostante l’assenza totale di preparazione con la squadra va a un passo dal gol del 4-0 al primo pallone toccato. Arriverà questa gioia anche per lui.

BOVE 6 (Dall’80’ per Pellegrini): Gioca una decina di minuti di grandissima personalità, con tanti passaggi precisi e una lucidità in mezzo al campo da grande giocatore. Comunque aspettiamo situazioni più complicate.

MOURINHO 7: Ripropone a sorpresa la coppia di centrocampo vista a Torino, cambiando solamente Smalling in difesa e le due fasce con risultati più che positivi. La squadra dopo un'iniziale difficoltà prende subito in mano il pallino del gioco, nonostante gli ennesimi infortuni che ci costringono nuovamente a cambiare le carte in tavola dopo pochi minuti. Che seccatura!!

VOTO DI SQUADRA 7: Il Monza non è certo l’avversario più difficile da affrontare, ma se non è riuscito a creare quasi nessun pericolo il merito è soprattutto della Roma, abile a gestire alla perfezione i momenti più concitati della partita. Basta il primo gol di Dybala a svegliare una squadra partita col freno a mano tirato, che da quel momento ha approfittato dei buchi degli ospiti per segnare ancora e chiudere di fatto la partita.



Emanuele Grilli





Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata