Triplice fischio
NEWS

Roma Lazio 3-1 – Lo show degli uomini veri

Il derby lo vince la Roma, con cuore, con grinta, con classe.
Redazione de Il Legionario
inserita 16 giorni fa
1007
7:00
722
Formazioni

Roma
4-2-3-1: Olsen - Santon, Manolas, Fazio, Kolarov - De Rossi, Nzonzi - Florenzi, Pastore, El Shaarawy - Dzeko.

Lazio 3-5-2: Strakosha - Luiz Felipe, Acerbi, Caceres - Marusic, Parolo, Lucas Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic - Luis Alberto, Immobile.

Nei primi minuti le squadre si studiano e non affondano. Al 12° Lulic serve Luis Alberto, ma è bravo Santon a ribattere il tiro, qualche minuto più tardi il laterale giallorosso si ripete deviando di schiena il tiro di Immobile. Dopo i primi 20 minuti di buona Lazio, esce fuori la Roma: Dzeko dribbla Acerbi, ma solo davanti Strakosha non riesce a superare il portiere biancoceleste che poco dopo salva anche su Pastore. Al 26° ancora occasionissima Roma con Florenzi che si vede fermare a pochi metri dalla porta da Luiz Felipe, dal calcio d’angolo Nzonzi fa la torre per De Rossi che non riesce a respingere la palla in rete. E’ il momento della Roma, ma sul più bello si fa male Pastore, per lui un problema al polpaccio sinistro. Al suo posto entra Pellegrini che poco prima dell'intervallo segna di tacco il gol del vantaggio giallorosso.

Le statistiche dicono che la Roma ha segnato con 10 giocatori diversi, più di ogni altra squadra in questo campionato. Il primo tempo si chiude con i giallorossi in vantaggio.

Nella ripresa la Roma sembra controllare la partita senza troppi patemi, ma una disattenzione difensiva di Fazio regala ad Immobile il gol del pareggio. Gli uomini di Di Francesco, però, non si disuniscono e con prepotenza trovano il gol del nuovo vantaggio. Pellegrini viene fermato a pochi centimetri dall’area, sul calcio di punizione Kolarov di potenza segna il gol dell’ex e fa impazzire i tifosi giallorossi. Esce un De Rossi acciaccato, al suo posto Cristante, più tardi Juan Jesus entra per Florenzi. Nel finale di gara la Lazio ci prova, ma in modo troppo confusionario, la Roma, invece, è strordinariamente cinica e Fazio si fa perdonare lo svarione che aveva portato al momentaneo pareggio laziale con un bel gol di testa su calcio d’angolo di Pellegrini.

Dopo il poker contro il Frosinone, la Roma trova una vittoria ancora più importante per poter scacciare finalmente la crisi e ridare entusiasmo all’ambiente.
Lo aveva chiesto a gran voce Di Francesco e la squadra ha risposto alla grande, gli uomini della squadra, quelli che avevano un po’ mollato, ma che hanno saputo riscattarsi nel momento più importante.

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata