Pagelle
APPROFONDIMENTI

Roma Lazio 3-1 - Le pagelle (con video)

di Emanuele Grilli
Redazione de Il Legionario
inserita 2 mesi fa
320
10:00
722
OLSEN 6: Partita dopo partita dimostra di acquisire sempre più sicurezza e tranquillità, grazie anche a un reparto difensivo che salvo qualche svarione isolato gli sta concedendo molti meno tiri in porta rispetto alle prime gare. Speriamo tutti che possa continuare su questa strada!!

SANTON 7: Partita semplicemente sontuosa per il terzino ex Inter, che si riprende la fascia da titolare e la giostra a suo piacere anche contro avversari temibili come quelli biancocelesti. Non ha paura di spingersi in avanti palla al piede e non si dimentica mai della fase difensiva, con alcune chiusure in diagonali importanti per il recupero palla. Forse Monchi ci aveva visto davvero giusto?

MANOLAS 7: Come avevo richiesto nelle pagelle di Roma-Frosinone, per vincere il derby avevamo bisogno di un Manolas al massimo della forma, e così è stato. Chiusure sempre pulite ed efficaci, mai un pallone buttato e, salvo i primi minuti dall'ingresso di Correa, un'attenzione impressionante su ogni pallone vagante nelle sue zone. Bene così.

FAZIO 7: Dopo il gol del pareggio di Immobile avrei voluto dargli anche un -1, ma ho apprezzato tantissimo la sua voglia di rivincita e di riscattarsi dopo quell'errore, culminata con un colpo di testa perfetto che ha chiuso di fatto il derby capitolino. Come recita una famosa frase: non è sbagliato fare l'errore, ma non rialzarsi dopo averlo commesso. Bravo Fede!

KOLAROV 7.5: Il gol dell'ex al 71' minuto con esultanza rabbiosa di quest'ultimo: non ci poteva essere momento più godereccio per tutta la tifoseria giallorossa, che dopo alcune partite appannate sta rivedendo finalmente il Kolarov di un tempo. Attento, concentrato e propositivo, così si fa!






DE ROSSI 7: A 36 anni si vede lontano un miglio che è ancora il giocatore a sentire maggiormente questa partita, ma a differenza di qualche annata fa la partita diventa uno stimolo e non un peso. Chiude su ogni piccola falla difensiva con una grinta allucinante, fornendo palloni precisi e puntuali a tutti i propri compagni di squadra. Un metronomo invidiabile.

NZONZI 6: Ancora fatica a trovare la giusta velocità di impostazione, ma a differenza di altri non gli imputo nessun errore particolare, che possa quantomeno negargli la sufficienza. Con De Rossi forma un centrocampo di esperienza e qualità, ma sono convinto che il vero francese ancora deve venire fuori. Per ora, va benissimo così.

FLORENZI 6.5: Torna esterno d'attacco dopo tempi immemori per dare più copertura difensiva di Under e aiutare sulla fascia il terzino Santon. Nel primo tempo sbaglia una ghiotta opportunità facendosi chiudere all'ultimo da Felipe Luiz, nella ripresa cala leggermente ma si rende protagonista di bei passaggi e giocate d'alta classe.

PASTORE 6.5: Al momento della sua uscita avevo temuto per il peggio, visto che stava giocando discretamente bene. Nella sua mezz'ora giocata riesce a creare un pericolo a Strakosha e poco altro, mostrando comunque qualità tecniche non indifferenti.

EL SHAARAWY 6.5: Come dice un mio amico giallorosso, probabilmente è il giocatore più tecnico di tutta la squadra, ma a volte si dimentica di esserlo in campo. Si rende protagonista di alcuni strappi da grande giocatore, inserendosi nel gol del vantaggio anticipando di testa sia Strakosha che Caceres. Poi sbaglia su un contropiede nella ripresa e non riceve più palloni giocabili, ma la partita è comunque buonissima.

DZEKO 5.5: A un certo punto della partita sarei voluto entrare nel televisore per prenderlo a schiaffi, tanta insofferenza mostrava in campo in un momento cruciale della partita. Per la prima ora di gioco si danna alla ricerca di palloni giocabili e assist per i compagni, poi si arrabbia con El Shaarawy e per almeno 25 minuti se la prende anche con l'aria che stava respirando. Da un giocatore come lui, ci si aspetta un atteggiamento sicuramente diverso.

PELLEGRINI 8.5: Partita semplicemente straordinaria per il nostro centrocampista giallorosso, che entra al posto di Pastore e per omaggiarlo decide di segnare nella medesima maniera, con compartecipazione di Strakosha e company. Finita qui? Macchè, recuperi e strappi impressionanti, fallo subito sul gol del 2-1 e assist al bacio per il terzo gol. Da applausi a scena aperta.

CRISTANTE 6.5: Entra per dare equilibrio al centrocampo e ci riesce con sicurezza e tranquillità, dimostrando che forse rende meglio da subentrato che da titolare.

J. JESUS sv: Gioca gli ultimi minuti senza avere la possibilità di ricevere un giudizio sulla sua gara. E visto che è entrato per difendere il risultato, va benissimo così.

DI FRANCESCO 8: Ripropone per la seconda volta consecutiva il modulo che tutti gli stavano chiedendo da tempo, con la riconferma di Santon che a qualcuno ha fatto subito storcere il naso. Alla fine la vittoria del derby è anche la sua, visto che ha il coraggio di mettere il criticato Pellegrini che poi risulterà il migliore in campo per distacco. Ti stai riprendendo Roma e la Roma a piccoli passi, ora vietato fermarsi!

VOTO DI SQUADRA 8: Non posso dare un voto inferiore perchè la squadra mi è piaciuta veramente tantissimo, anche dopo un iniziale mezz'ora di sofferenza e con qualche errore. Col passare dei minuti i giocatori si sono compattati e sono cresciuti sempre di più, riuscendo ad approfittare degli errori avversari per colpire nei momenti più importanti della gara: a fine primo tempo, a metà del secondo e a fine gara. Continuiamo così!


Emanuele Grilli


Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata