In & Out

Roma Lazio 0-1 - In & Out

La Roma perde la partita e perde anche la grande opportunità di andare a meno uno dal secondo posto complice uno scivolone sanguinoso nel derby. Di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita 3 mesi fa
229
2:00
1088
Il derby delle assenze si risolve per un incredibile errore difensivo di Ibañez. Il possesso è tutto in mano ai giallorossi, ma intorno al ventesimo un controllo errato in area propria del numero 3 regala il gol a Felipe Anderson. Da lì in poi la Lazio si chiude in difesa e cerca di colpire in contropiede, la Roma cerca di attaccare ma in maniera sterile, come troppe volte è successo quest’anno. La situazione si aggrava con l’infortunio di Pellegrini, ancora una volta costretto ad uscire per un problema al flessore. Ci provano Volpato e Zaniolo, ma le linee sono serrate e non arriva alcun pericolo verso la porta di Provedel. Se a Verona sembrava esser stata trovata un minimo di concretezza, ora tornano i tanti dubbi e le critiche per una squadra che è apparsa fin troppo scoraggiata e arrendente per puntare alle prime posizioni. Ora le ultime due partite prima della sosta mondiali e poi finalmente si aggregheranno al gruppo Wijnaldum e Dybala, il cui contributo sembra mancare troppo al gioco di Mourinho.


IN

Cristian Volpato

Entra e prova a creare confusione tra le fila nemiche così come aveva fatto a Verona, la battaglia è più dura ma lui punta a sfruttare la sua rapidità. Ci mette il cuore e cerca di andare oltre la siepe, ma l’aiuto dei compagni è nullo.


OUT

Roger Ibañez

Il rimpianto è enorme. Il brasiliano ha mostrato più volte di esser migliorato tanto, poi partite come questa sembrano riportarci coi piedi a terra: il suo errore arriva nella gara peggiore e regala un gol facile ai rivali. Gioca con meno sicurezza e questo condiziona certamente anche la prova di Smalling, costretto a fare gli straordinari già per la mancanza di un vero terzo di difesa dal secondo tempo. Ci condanna alla sconfitta.

Bryan Cristante
Dopo tante parole al miele arriva una grave insufficienza per una partita giocata nettamente sotto le proprie possibilità. I lanci oltre la metà campo e quelli nell’ultima parte risultano tutti imprecisi e sbilanciati, il risultato è una partita di nervosismo e frustrazione che non gli permette di ragionare lucidamente. Rischia di perdere palloni importanti e va spesso in sofferenza.

Tammy Abraham
Servono gol e serve l’Abraham dello scorso anno. Il Tammy di oggi sembra un fantasma dei bei tempi che furono: poco movimento, nessun tiro e mai in grado di farsi trovare dai compagni. Zaniolo ci prova tanto e più di lui che rimane col pensiero al derby passato non incidendo in quello presente. Lo “zero” sul tabellino marcatori diventa un macigno che non sembra ridursi di peso. La Roma ha bisogno di una punta e perché non puntare più su Belotti a questo punto?


Giovanni Acone






Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata