Pagelle

Roma Inter 2-2 - Le pagelle (con video)

a cura di Emanuele Grilli
Redazione de Il Legionario
inserita 6 mesi fa
243
7:00
131717
PAU LOPEZ 7: Gioca probabilmente una delle migliori partite con la maglia della Roma, salvando sia nel primo tempo sia nella ripresa con alcune parate a dir poco clamorose. Purtroppo si perde spesso quando si tratta di gestire palla con i compagni della difesa, ma la prestazione rimane assolutamente convincente ed inaspettata. Bravo Pau!

MANCINI 7: Segna il suo secondo gol in campionato con una bella incornata da attaccante vero, da chi vuole buttare il pallone in porta e riequilibrare un risultato importante. Per il resto mostra la solita grinta e tenacia a tutto campo, tenendo alta la concentrazione e soffrendo solo nel black-out di squadra di inizio secondo tempo.

SMALLING 6.5: Si ritrova nuovamente a fronteggiare l’amico di sempre Lukaku, uscendo spesso vincitore e cercando sempre di non compiere falli sciocchi. Nella ripresa è uno dei pochi a suonare la carica fin da subito, sbagliando pochissimo e aiutando mentalmente la squadra a non crollare dopo il raddoppio di Hakimi.

IBANEZ 6.5: Come sempre non ha paura a gestire palla sotto pressione riuscendo il più delle volte a fare passaggi precisi e puntuali. Ogni tanto si lascia sovrastare di testa dai giganti nerazzurri ma senza mai farsi prendere in contro tempo, meritando quindi nel complesso un voto superiore alla semplice sufficienza.

KARSDORP 6: Questa volta decide di limitare il suo compito offensivo restando più arretrato in difesa e dando una mano ad ogni ripartenza degli uomini di Conte. Non si segnalano errori evidenti ma neanche giocate di grande livello, per questo merita comunque la sufficienza soprattutto considerando il livello dei propri avversari.

VILLAR 6.5: Per buona parte della partita soffre la grande fisicità degli ospiti sbagliando qualche passaggio di troppo e interrompendo malamente alcune trame di gioco importanti. Nel finale cresce notevolmente fornendo un assist perfetto per il gol del pareggio e compiendo una giocata in mezzo a tre semplicemente sublime. Grande Gonzalo!

VERETOUT 6.5: Ha il grande merito di recuperare un pallone importante che porterà poi al vantaggio di Pellegrini, una conferma evidente della sua importanza sia nella gestione palla che nel recupero della stessa. Nella ripresa cala leggermente il suo rendimento non riuscendo più a dare il solito contributo, uscendo visibilmente stanco per un ritrovato Bryan Cristante.

SPINAZZOLA 6: Rientra dopo un lungo infortunio muscolare trovandosi subito contro uno dei migliori esterni di tutto il campionato. Nel primo tempo riesce a prendergli le misure difendendo con ordine e crossando con caparbietà, nella ripresa perde quasi tutte le energie venendo giustamente sostituto dal solito Brunetto.

MKHITARYAN 6.5: Ormai non fa neanche più notizia il suo contributo alle marcature giallorosse, inferiore a livello europeo solamente al bomber Harry Kane. Nonostante un contributo importante nella gestione palla viene bloccato spesso dai numerosi giocatori avversari, che spesso hanno ricorso a scorrettezze pur di fermare ogni sua avanzata.



PELLEGRINI 6.5: Segna il suo terzo gol stagionale con un bel tiro angolato seppur deviato da un difensore, confermando di aver ritrovato pian piano il feeling con le marcature. A inizio ripresa però sbaglia una moltitudine di palloni e non riesce a dare una mano, migliorando parzialmente nel finale e meritando nel complesso una piena sufficienza.

DZEKO 5.5: Molti lo hanno accusato di aver giocato una partita pessima, ma non sono d’accordo per diversi motivi. In primis si è trovato contro almeno due giocatori che gli hanno impedito qualsiasi giocata, in secundis è da premiare il passaggio che darà il via poi al gol del vantaggio di Pellegrini. Dopo 6 punti guadagnati con Cagliari e Samp, avete ancora voglia di prendervela con lui?

BRUNO PERES 6 (Dal 73’ per Spinazzola): Entra per un comprensibilmente stanco Spinazzola sistemandosi sulla sinistra e coprendo con buona sicurezza tutta la sua zona di campo. Sbaglia qualche cross facile ma onestamente ha fatto molto meglio di quello che io effettivamente mi aspettavo.

CRISTANTE 6.5 (Dal 79’ per Veretout): Gioca poco più di 10 minuti ma con un'intensità e aggressività da grandissimo giocatore. Va vicino al gol con un tiro potente, fornisce palloni precisi ai compagni e si danna l’anima fino all’ultimo minuto di gioco. Bravo Bryan!

BORJA MAYORAL sv (Dall’89’ per Dzeko): Entra a un solo minuto dal novantesimo toccando pochi palloni e non riuscendo a trovare il clamoroso gol della vittoria. Forse sarebbe dovuto entrare un pochino prima.

FONSECA 6.5: Mette in campo la migliore formazione possibile e riesce nel primo tempo a contenere bene l’offensiva degli ospiti. Nella ripresa assiste inerme all’ennesimo black-out della sua squadra, al quale riesce a porre rimedio con gli ingressi positivi di Bruno Peres e Cristante. Forse poteva togliere prima un Dzeko visibilmente stanco e appannato, ma complessivamente va bene anche così.

VOTO DI SQUADRA 6: Complessivamente avrei potuto dare anche qualcosina di più, ma non posso non considerare le grandi parate di Pau Lopez e soprattutto il black-out allucinante nei primi minuti della ripresa, tamponato sul 2-1 grazie all’imprecisione sottoporta di Arturo Vidal. Nel finale apprezzabile la reazione che porta al gol del meritato pareggio di Mancini, un piccolo segnale che la squadra vuole lottare fino all’ultimo minuto di gioco.


Emanuele Grilli





Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata