Triplice fischio
STADIO

ROMA HA VINTO

I giallorossi si aggiudicano il derby grazie alle reti di Strootman e Nainggolan. Lazio mai in partita. (di Massimo Salvo)
Redazione de Il Legionario
inserita un anno fa
1049
7:00
716161
Doveva essere un derby "etnico", e infatti pulizia è stata fatta. Roma al fischio finale era un tripudio di bandiere giallorosse, clacson a tutto spiano e Venditti allo stereo: di biancoceleste neppure l'ombra.

Strootman e Nainggolan regalano alla parte saggia della Capitale una settimana (ma anche due, tre, un mese) di sorrisi e smorfie compiaciute, specie a chi ricorderà simpaticamente la famosa vittoria del 26 maggio. Peggio per lui, perché sarà facile ricordargli che da allora la Lazio non ne ha più azzeccata una.

Tornando alla cronaca, il match parte a rilento: le due squadre si studiano, si scrutano, quasi ad attendere il momento propizio. Qualche volta addirittura si picchiano, come fa all'11' Lulic con Bruno Peres: gomitata al volto dinanzi al guardalinee, ma per lui nessuna sanzione.
Bisogna aspettare la mezz'ora per la prima vera emozione della gara: Peres (sempre lui) va via a Biglia, che lo stende inducendo Banti a indicare il dischetto; il direttore di gara però ci ripensa e, su consiglio del suo assistente concede semplice punizione dal limite destro dell'area. Sul pallone va Perotti, che però non sfrutta a dovere la grande opportunità.

Le fasi di gioco sono piuttosto spezzettate: sul finale, ad esempio, Manolas riceve una botta al costato e resta a terra per qualche minuto. Il primo tempo si chiude dunque senza grandi sussulti, ma come dice qualcuno il bello deve ancora venire.

Le avvisaglie si hanno al 61, quando Dzeko colpisce di testa a due passi dalla porta, ma Marchetti si ritrova la palla addosso e sventa la minaccia. La sfera però prende una traiettoria strana e per poco non si insacca: solo angolo per i giallorossi.

Tre minuti dopo, l'apoteosi: Wallace commette una follia al limite dell'area, perdendo palla su un goffo dribbling. Strootman gliela soffia e, a tu per tu con Marchetti, tenta lo scavetto: la palla supera il portiere biancoceleste e si infila comoda comoda in rete. È l'1 a 0 per gli uomini di Spalletti.

Da lì passano ben quattro minuti in cui accade di tutto: durante i festeggiamenti l'olandese subisce un colpo da Cataldi, che Banti punisce giustamente con il rosso. Anche Strootman, tuttavia, finisce sul taccuino dell'arbitro (solo giallo per lui).

Al 77' Nainggolan mette la parola fine al match. Il Ninja porta palla sulla trequarti e, vedendo Marchetti mal posizionato, fa partire un destro rasoterra che in effetti si insacca alla sinistra del n. 22 avversario, pur essendo il suo palo.

Poco o nulla succede fino al fischio finale, se non l'ingresso in campo di Juan Jesus per Bruno Peres al fine di spezzare i ritmi di gara. La Roma si aggiudica così il derby e regala ai suoi tifosi un piacevole Natale.

Massimo Salvo


Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata