Triplice fischio

Roma Fiorentina 3-1 Nel segno di Abraham!

Mkhitaryan e doppietta di Veretout, ma la sorpresa è il debutto di un gigante in tutti i sensi: Tammy Abraham Buona la prima per la Roma di Mourinho che con carattere si porta a casa tre punti meritatissimi.
Redazione de Il Legionario
inserita un mese fa
216
3:00
844
Foto calcioweb.eu ©

I giallorossi partono in sordina, lasciando l’iniziativa ai viola. Al 17°, però, ecco la svolta del match: gran lancio di Ibanez per Abraham che in velocità supera Dragowski, il portiere in uscita stende il numero 9 giallorosso fuori area, per l’arbitro nessun dubbio, è rosso diretto per l'estremo difensore. La Fiorentina rimane in 10 uomini, Callejon esce per far posto a Terracciano. Primo guizzo del nuovo numero 9 giallorosso che regala ai suoi la superiorità numerica. La Roma prende in mano il pallino del gioco e Abraham illumina. Al 24° bel cross di Karsdorp, velo dell’ex Chelsea, Pellegrini calcia forte, ma la palla finisce di poco a lato. Passa un minuto ed è ancora Tammy Abraham a sfruttare un retropassaggio impreciso di Vlaovic per involarsi verso la porta avversaria, accentrarsi e regalare un assist filtrante e preciso a Mkhitaryan che solo davanti al portiere non sbaglia. Il gol viene prima annullato per fuorigioco, poi dopo un lungo e attento controllo del VAR i giallorossi possono gioire, l’armeno era tenuto in gioco dal tallone di Milenkvic. Al 31’ ci prova Zaniolo che recupera palla e fa partire un gran sinistro da fuori area che Terracciano è bravo a respingere in angolo. Al 34° occasione viola con Bonaventura che supera Vina entra in area e da posizione un pò defilata calcia in porta, Rui Patricio non si lascia sorprendere.

Nella ripresa si ristabilisce la partià numerica perché al 53° Zaniolo viene espulso per doppia ammonizione. La Roma sbanda e dopo un paio di ottimi interventi di Rui Patricio che salva il risultato, arriva il pareggio viola con Milenkovic. Gli uomini di Mourinho non ci stanno e reagiscono con grinta, mostrando di aver già interiorizzato il carattere dell’allenatore portoghese. Al 62° bellissima giocata di Pellegrini che se ne va sulla fascia e crossa al centro dove Abraham in terzo tempo spettacolare colpisce di testa la palla che si infrange sulla traversa. E’ il preludio del nuovo vantaggio giallorosso che arriva due minuti dopo con Mkhitaryan che scippa palla a centrocampo a Pulgar e serve Abraham in area che vuole chiudere il triangolo con l’armeno che però non ci arriva, ma a seguire l’azione c’è Veretout che insacca. L’arbitro annulla ancora per presunto fuorigioco ma il VAR convalida il gol.
Al 69° Mourinho sostituisce Abraham che non ne ha più. Partita formidabile del numero 9 che ha causato l’espulsione di Dragowski, servito due assist e quasi spaccato la traversa con un colpo di testa fantastico. Al suo posto Shomurodov. A dieci minuti dal suo ingresso l’uzbeko se ne va in dribling e serve un filtrante meraviglioso a Veretout che ancora una volta infila la sua ex squadra senza esultare. Al 90’ arriva l’occasione per il poker proprio sui piedi di Shomurodov che però si lascia ipnotizzare da Terracciano in uscita.

Dopo 4 minuti di recupero finisce un bellissimo match vinto meritatamente da una grande e vogliosa Roma.




Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

ULTIMI ARTICOLI

ULTIMI ARTICOLI

inserita 17 ore fa
ULTIMI ARTICOLI

inserita ieri
ULTIMI ARTICOLI

inserita 6 giorni fa

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata