Analisi tattica dei gol
APPROFONDIMENTI

Roma Empoli 2-1 - Analisi dei gol

di Matteo Bianchetti
Redazione de Il Legionario
inserita 2 mesi fa
171
10:00
2222


• 1 – 0 gol di El Shaarawy



Il solito El Shaarawy riesce a sbloccare subito il match della nuova Roma di Ranieri con un gran tiro a giro, tipico del faraone.
Il tutto nasce da un calcio d’angolo ribattuto dalla difesa dell’Empoli, ma fuori area si fa trovare pronto El Shaarawy che, prima è bravo a fintare il tiro e saltare un avversario, e poi a prendere la mira e mandare il pallone sotto il sette con un gran piattone destro. Tiro a giro imparabile per il portiere.
Ottimo, come sempre El Shaarawy con un tiro a giro che fa parte del suo repertorio.


• 1 – 1 autogol di Juan Jesus



Il pareggio dell’Empoli arriva poco dopo su un rocambolesco e alquanto goffo colpo di testa di Juan Jesus.
Punizione dalla trequarti campo a favore dell’Empoli che con va a cercare la sponda sul secondo palo. Blocco su Santon che va a terra, schema che funziona, in area vanno a saltare Juan Jesus e Marcano, i due si pestano i piedi e lo sfortunato difensore brasiliano colpisce la palla in modo goffo e sigla l’autogol.
Male i due centrali giallorossi e molto disattenti, si vede che non hanno un grande affiatamento in quanto si ritrovano in due nella stessa zona ristretta dell’area piccola, in marcatura sullo stesso uomo. Non impeccabile, in questo caso, Olsen che si è stato poco reattivo anche se non era facile prevedere una traiettoria del genere.


• 2 – 1 gol di Schick



La Roma passa sul 2 a 1 con il giocatore che Ranieri ha deciso di caricare di responsabilità: Patrik Schick.
Punizione sul lato destro dell’area avversaria, Florenzi effettua un bel cross proprio davanti all’area piccola. Bravissimo Schick a partire dall’inizio dell’area e ad inserirsi con i tempi giusti e soprattutto con la giusta cattiveria. L’attaccante ceco stacca bene su Pasqual e di testa insacca il pallone.
Nella conferenza stampa pre-partita, mister Ranieri ha detto che Schick ha grandi qualità; qui, Patrik, le ha dimostrate tutte: ottimo tempo di inserimento, bel movimento e grande stacco di testa, utilizzando forza e agilità.


Matteo Bianchetti


Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata