L'argomento
APPROFONDIMENTI

Roma, è corsa a 4 per la panchina

di Roberta Lanzolla
Redazione de Il Legionario
inserita 5 mesi fa
2080
7:00
171313
Se non ci saranno scossoni significativi il prossimo allenatore della Roma non sarà Luciano Spalletti.
Sia chiaro, siamo i primi ad essere dispiaciuti per questo triste epilogo, ma la delusione del tecnico per il non mercato di gennaio e soprattutto per la mancanza di trofei in bacheca anche quest’anno, hanno fatto si che Spalletti abbia maturato l’idea di andare via.
Anche in caso di secondo posto, dunque, la posizione del tecnico non cambierà: anche l’ultima famigerata cena romana con la dirigenza giallorossa non ha convinto l’allenatore toscano.

Saranno dunque con ogni probabilità Monchi e Baldini a scegliere il nome del prossimo tecnico.
Quattro i nomi in lista: Emery che potrebbe lasciare il PSG soprattutto se non dovese conquistare la Ligue 1, vincitore proprio con Mochi di tre Europa League con il Siviglia; Mancini spesso corteggiato, ma mai preso seriamente in considerazione viste le richieste poco accettabili dalla dirigenza sulla questione mercato; Sousa che non sarà al 100% l’allenatore della Fiorentina il prossimo anno, molto stimato da Baldini perché in grado di valorizzare i giovani; Sarri che non ha bisogno di presentazioni: blindato da De Laurentiis con una clausola da 8 milioni, l’allenatore del Napoli difficilmente lascerà la città azzurra per la Roma.
Scartati per il momento Di Francesco e Montella, blindati dalle rispettive società così coma Sampaoli.

La Roma per adesso non deve abbassare la guardia: la società scelga subito il nuovo allenatore, ma lasci lavorare la squadra perché un eventuale terzo posto cambierebbe tutte le prospettive.
Se la Roma vuole essere competitiva non può non arrivare seconda, le conseguenze potrebbero essere ingestibili dal punto di vista ambientale e finanziario.

Roberta Lanzolla

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata