Triplice fischio
STADIO

Roma, buona la prima: poker all’Udinese

Gli uomini di Spalletti travolgono i friuliani con un passivo che poteva essere più ampio. Convincente il debutto di Bruno Peres. (di Massimo Salvo)
Redazione de Il Legionario
inserita un anno fa
1366
12:00
332929
All’Olimpico è ancora estate, e si vede: sia perché le presenze sugli spalti non sono troppe (30.000 all’incirca), sia perché i primi dieci minuti di gara volano via senza grossi sussulti. Le squadre in campo si studiano, così come Spalletti studia Paredes, a cui quest’oggi ha affidato le chiavi del centrocampo.
E’ dell'Udinese il primo sussulto: all’11’ la formazione friuliana si rende pericolosa con Halfredsson, che dalla sinistra crossa al centro per Zapata ma trova Szczesny sulla traiettoria.
Al 15' la Roma risponde presente con Dzeko, che illude tutti gli scettici sul suo conto: sul cross a mezz'aria di Salah dalla destra il bosniaco viene anticipato da Danilo e la palla finisce alta sulla traversa. Per un attimo, però, tutti pensano all'ennesimo errore sotto porta, compreso il guardalinee che non concede l'angolo.
Un minuto dopo ingenuità di Emerson, che dopo aver perso palla entra in contatto con Widmer in area. L'arbitro, però, lascia giocare.
Al 20' altra svista del guardalinee su Dzeko, che sul suo tentativo di cross al centro trova la deviazione in angolo della difesa avversaria, ma viene concesso solo il fondo.
Cinque minuti più tardi grande chiusura difensiva di Paredes su Badu, anche se ai limiti della regolarità.
Alla mezz’ora ancora Dzeko scarica il sinistro da posizione angolata, ma la palla finisce in curva. La voglia del n. 9 giallorosso qui diventa egoismo, perché preferisce calciare anziché servire Emerson in posizione privilegiata.
Al 32' Salah crossa per quest’ultimo, che di petto fa da sponda per El Shaarawy al limite; il Faraone calcia di prima intenzione, ma la palla è preda di Karnezis.
Al 35' calcio di punizione interessante (inizialmente non sanzionato) per la Roma dal limite destro dell'area: sulla palla va Paredes che calcia in mezzo, trovando Manolas che prova a girarsi in area ma viene chiuso da Adnan in angolo.
Al 40' boato dell'Olimpico per Totti, che si alza dalla panchina e inizia la fase di riscaldamento. Il capitano giallorosso, tuttavia, non sarà della partita.
Un minuto dopo Nainggolan dà l'illusione del goal di testa su calcio d'angolo di Salah; la palla, però, sfiora soltanto la rete.
Al 42' l’egiziano ci prova da lontano, impensierendo Karnezis che viene messo fuori causa dalla deviazione di Danilo; sull'accorrente calcio d'angolo, la sfera finisce tra i piedi di Bruno Peres che crossa per Dzeko, ma il portiere bianconero è attento.
Allo scadere dell’unico minuto di recupero concesso dal signor Di Bello, Udinese in avanti: cross dalla destra di Badu, ma De Paul svirgola e spara alto.
La ripresa si apre coi padroni di casa in attacco: al 53' cross di Emerson dalla trequarti, Dzeko ci mette il piattone al volo ma Karnezis compie un miracolo a mano aperta.
Cinque minuti più tardi Bruno Peres vince un contrasto e prova il cross, il quale subisce una deviazione e scavalca Karnezis, ma Widmer salva sulla linea.
Al 65' Salah riceve palla al limite su un'azione rocambolesca, ma il suo tiro a effetto si spegne sul fondo.
E’ il preludio al goal: un minuto dopo Bruno Peres effettua un passaggio filtrante per Dzeko, che nasconde la palla e induce Danilo al fallo. Ammonizione e rigore inevitabili, Perotti trasforma dagli undici metri spiazzando Karnezis.
Neanche il tempo di festeggiare che al 71' Szczesny rischia grosso su retropassaggio di Manolas, ma il suo liscio finisce fortunatamente sul fondo e non in porta.
Al 73' punizione di Paredes, cross al centro per Manolas che colpisce di testa e sfiora il palo alla sinistra del n. 1 friulano.
Non c'è tregua. Un minuto dopo azione di prima di Salah, che serve Bruno Peres sulla destra, ma il suo tiro finisce alle stelle.
Sull’azione successiva la Roma raddoppia. Perotti in contropiede lancia Salah, che supera Karnezis; la posizione è defilata, ma Badu non si fida e strattona Salah. Secondo rigore per i giallorossi, che l’argentino trasforma spiazzando ancora una volta il portiere friulano.
All’80' terzo goal romanista. Verticalizzazione al bacio di Paredes, Nainggolan si allunga in scivolata e serve Dzeko che, tra l'immobilismo dei difensori avversari, trasforma facile facile.
L’Udinese è in bambola, e due minuti più tardi il poker è servito. Traversone dalla sinistra di Perotti, Salah impatta di testa ma incappa in Karnezis; la respinta del portiere tuttavia non è irresistibile, allora l'egiziano rimpiomba sul pallone e di sinistro firma il suo primo goal stagionale.
E’ questa l’ultima emozione della gara: i giallorossi stravincono al debutto in campionato, lasciando ben sperare per la gara di ritorno col Porto in programma martedì prossimo all’Olimpico. Unica nota stonata l’infortunio di Paredes, complice uno scontro in mezzo al campo su pallone vagante; l’argentino ha abbandonato il terreno di gioco anzitempo, lasciando in dieci i suoi perché Spalletti aveva già esaurito i tre cambi.

Il tabellino
ROMA: Szczesny; Bruno Peres, Manolas (80' Fazio), Vermaelen, Emerson (76' Juan Jesus); Paredes, Strootman, Nainggolan; El Shaarawy (57' Perotti), Dzeko, Salah. All. Spalletti
UDINESE: Karnezis; Heurtaux (52’ Angella), Danilo, Samir; Widmer, Badu, Hallfredsson, Fofana (79’ Lodi), Adnan; De Paul (68’ Peñaranda); Zapata. All. Iachini

Massimo Salvo

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata