Approfondimenti

Ricominciamo

I veri romanisti, nonostante tutto grideranno, sempre e per sempre, FORZA ROMA!
Redazione de Il Legionario
inserita 28 giorni fa
190
7:00
944
E’ stato un mese di giugno davvero provante per i romanisti. E’ successo un qualcosa che mai e poi mai ci saremmo aspettati, che mai e poi mai avremmo voluto vivere: l’addio di Totti alla sua amata Roma.
A dire la verità, nonostante gli sforzi non ci riesco proprio ad immaginarmi una Roma senza Totti. Francesco e i colori giallorossi, la Maggica e la sua leggenda... in questi tanti anni per me sono diventati una cosa sola. Si sono succeduti allenatori, giocatori, presidenti, ma Francesco era sempre lì, la costante, il senso dell’amore, quello vero, quello incondizionato, quello eterno.
Ora Totti e la Roma hanno preso strade diverse e non sta a me porre il confine tra il giusto e lo sbagliato, ma non posso fare a meno di sperare che presto queste strade si incontrino ancora.
E non si faccia il paragone con Del Piero e la Juventus, innanzitutto perchè manca proprio il concetto base, l’ardore che è nel senso di “romano e romanista”. Quella passione che non ha eguali, quella che ti fa dire che anzichè lasciare sarebbe stato meglio morire. E se a qualcuno la conferenza di Totti è sembrata una lunga lagna, beh credo solo che nelle vene avrà sangue di un altro colore, di certo non giallorosso. Perchè quello non lascia scampo, è una malattia dalla quale non puoi guarire... e viene prima di tutto, prima anche dell’essere giornalisti o calciatori professionisti, vero Daniele? Sì, Daniele De Rossi dico proprio a te che con la tua vena hai espresso il romanismo per eccellenza, spero con tutto il cuore che tu non sia l’eccezione che conferma la regola. Leggo che presto sceglierai dove giocare, probabilmente in una squadra di serie A e che quindi il prossimo anno affronterai la tua Roma da avversario, dicono. Scrivo questa cosa e mi sembra assurdo tanto quanto scrivere “Totti dice addio alla Roma”. Infatti ho dovuto fare un copia/incolla che le mie dita mosse da sangue giallorosso si rifiutano proprio. Quindi spero di aver letto male o che si tratti di un misunderstanding perchè sarebbe davvero troppo, troppo brutto.
Fino a qualche ora fa ero tormentata da una domanda: “come faremo, noi romanisti, a tifare una Roma senza Totti e De Rossi?” Stamattina l’ho capito guardando i video e le foto dell’arrivo del nuovo mister, Paulo Fonseca, con quella sciarpa e la scritta “voglio solo star con te”: ho avuto un brivido, un sussulto, un fomento. Il sangue giallorosso un po' annichilito dalle ultime vicende si stava risvegliando, perchè ve l’ho detto, non c’è scampo e quindi sempre e per sempre, nonostante tutto, i veri romanisti grideranno FORZA ROMA!


Elena Sorrentino


Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata