L'argomento
APPROFONDIMENTI

Quando la ROMA fu CAMPIONE D'ITALIA per 35 minuti

Chievo VS Roma, i precedenti in video (di Emanuele Grilli)
Redazione de Il Legionario
inserita 5 mesi fa
4209
10:00
101010
STAGIONE 2005/06 – CHIEVO-ROMA 4-4 (De Rossi, De Rossi, Taddei, Dacourt)
Iniziamo subito con una delle partite più surreali della prima stagione con Spalletti allenatore. La Roma va subito in vantaggio con un gol da rapinatore d'area di Daniele De Rossi, che sfrutta un passo falso della difesa per segnare il gol dell'1-0. Il Chievo però risponde subito e dopo 4 minuti pareggia con un altro gol di rapina del bomber Amauri. Al 14' ancora capitan futuro colpisce di testa in mischia e segna subito il gol del raddoppio, seguito dal tris giallorosso di Rodrigo Taddei, che mette apparentemente in discesa la partita. Alla fine del primo tempo il Chievo ritorna in gioco con la doppietta personale di Amauri, che denota non solo la bravura dell'attaccante ma anche la pessima condizione mentale dei difensori giallorossi. Nella ripresa il Chievo prende in mano la partita e prima segna il gol del pareggio col centrocampista Luciano, e poi il gol del 4-3 con un altro attaccante storico, Sergio Pellissier. La Roma però non ci sta e con un missile di Olivier Dacourt riequilibra il risultato e porta a un pareggio rocambolesco tra due squadre alibi davanti ma disastrose in difesa.

STAGIONE 2006/07 – CHIEVO-ROMA 2-2 (Totti, Totti)
La Roma sta conquistando un secondo posto importante dietro solo ai campioni in carica dell'Inter, ma a Verona la partita inizia davvero nel peggiore dei modi. Passano infatti 15 minuti e Bogdani approfitta di una dormita difensiva per segnare con abilità il gol dell'1-0. La Roma accusa il colpo e subisce al 35' il gol del 2-0 di Semioli, che sembra chiudere di fatto la partita. Il Chievo però non ha fatto i conti con il capitano giallorosso Francesco Totti, che prima segna il gol del 2-1 con un tuffo di testa in mischia, e poi nella ripresa salta un difensore e deposita la palla in rete per il 2-2 finale.





STAGIONE 2008/09 – CHIEVO-ROMA 0-1 (Menez)
La Roma sta pian piano risalendo ai piani alti della classifica, e di fronte si ritrova il Chievo dell'ex Mauro Esposito. Dopo un primo tempo equilibrato ci pensa Jeremy Menez a sbloccarla nella ripresa con un destro al volo perfetto che sorprende Sorrentino e porta la Roma in vantaggio. Il francese trova cosi il primo gol stagionale di grandissima importanza per il proseguio del campionato.

STAGIONE 2009/10 – CHIEVO-ROMA 0-2 (Vucinic, De Rossi)
La Roma ha bisogno di un miracolo del Siena per poter festeggiare all'ultima giornata il 4 scudetto della sua storia. La pratica Chievo viene quindi liquidata in soli 45 minuti, prima grazie a un gol fantastico di Vucinic che segna con un missile di destro all'angolio, e poi grazie a una giocata meravigliosa di Daniele De Rossi, che riceve un passaggio da Pizarro e di prima intenzione spedisce la palla all'incrocio dei pali. Nella ripresa Milito porta in vantaggio l'Inter e gli fa vincere il secondo titolo stagionale, ma nonostante questo secondo posto i tifosi giallorossi tributano ai propri giocatori un abbraccio collettivo per una stagione fantastica e ricca di tante emozioni.

STAGIONE 2010/11 – CHIEVO-ROMA 2-2 (Simplicio, Simplicio)
La classica partita della Roma che dopo un primo tempo su ottimi livelli si fa rimontare due gol nella ripresa fino a rischiare di perdere nei minuti finali. Passano venti minuti e ci pensa Simplicio, con un azione personale spettacolare, a portare in vantaggio i suoi. Sul finire di primo tempo lo stesso Simplicio segna la sua prima ed unica doppietta stagionale con un tocco di sinistro in area che sbatte sul palo e finisce alle spalle di Sorrentino. Nella ripresa il Chievo si sveglia e segna il 2-1 con il bomber Moscardelli, che decide di non esultare vista la sua nota fede giallorossa. Dieci minuti dopo arriva il pareggio gialloblù con l'attaccante Pablo Granoche, che approfitta di una dormita difensiva per battere con il destro e riequilibrare completamente la partita. Un risultato che testimonia ulteriormente la grande difficoltà dei giallorossi nell'ottenere un risultato e tenerlo fino al fischio finale dell'arbitro.

STAGIONE 2011/12 – CHIEVO-ROMA 0-0

Una partita piatta e noiosa rovinata ulteriormente da una pioggia incessante utile solo a riempire il campo di pozzanghere. La Roma ottiene cosi il terzo di quattro pareggi consecutivi deludenti sotto ogni punto di vista.

STAGIONE 2012/13 – CHIEVO-ROMA 1-0 (Pellissier)
In una partita caratterizzata da una nebbia pazzesca che ha coperto il terreno per tutti i 90 minuti il Chievo riesce a vincere sulla Roma grazie a un gol del bomber clivense Sergio Pellissier. Dopo questa sconfitta la Roma inizierà a perdere posizioni in classifica fino all'esonero di mister Zeman avvenuto solamente poche settimane dopo.

STAGIONE 2013/14 – CHIEVO-ROMA 0-2 (Gervinho, Destro)
La Roma viaggia spedita verso la conquista della Champions diretta e batte a domicilio il Chievo con un netto 2-0. Succede tutto nel primo tempo, prima sblocca la partita Gervinho su un errore in retropassaggio del difensore, poi ci pensa Mattia Destro con un tiro molto preciso a battere per la seconda volta Agazzi e a chiudere definitivamente i giochi.

STAGIONE 2014/15 – CHIEVO-ROMA 0-0
Uno dei pareggi più noiosi e deludenti di un girone di ritorno veramente imbarazzante, reso noto soltanto dal terribile infortunio di Mattiello che si rompe il ginocchio in un contrasto con Nainggolan. Le uniche occasioni pericolose sono sui piedi di Paloschi prima e Gervinho poi, ma l'imprecisione di entrambi i giocatori impedisce agli spettatori allo stadio di vedere almeno un minimo di spettacolo in più.

STAGIONE 2015/16 – CHIEVO-ROMA 3-3 (Sadiq, Florenzi, I.Falque)
Dopo la pausa invernale la Roma torna in campo ancora guidata da Rudi Garcia, ma com'era prevedibile la situazione non migliora. Passano 5 minuti e la Roma va subito in vantaggio col secondo gol consecutivo di Umar Sadiq, che approfitta di un rimpallo all'interno dell'area di rigore per portare in vantaggio gli ospiti giallorossi. Dopo mezzora arriva il raddoppio della Roma con Sandrino Florenzi che recupera palla a centrocampo, arriva solo davanti al portiere e lo batte con un destro preciso e angolato. Sembra un risultato già scritto ma alla fine del primo tempo Paloschi segna da pochi passi e rimette tutto in gioco. La Roma sparisce completamente dal campo e nella ripresa subisce il gol del pareggio da parte di Dainelli, che non segnava un gol in serie A da prima della nascita di Cristo. Dopo 10 minuti la Roma ritrova il vantaggio con un lampo improvviso di Iago Falque, che segna il suo secondo gol in campionato con un sinistro angolatissimo. Nel finale arriva la beffa che non ti aspetti dall'ex di turno Simone Pepe, che colpisce su punizione di potenza e colpisce un palo pieno. Grazie alla gol line technology però si riesce a vedere che la palla era entrata completamente, di conseguenza il Chievo può esultare mentre la Roma continua il suo momento tragico culminato con l'esonero di Garcia nella partita successiva.


RESOCONTO: 1 VITTORIA CHIEVO, 6 PAREGGI, 3 VITTORIE ROMA

Emanuele Grilli


Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata