Analisi tattica dei gol
APPROFONDIMENTI

Porto Roma 3-1 - Analisi dei gol

di Matteo Bianchetti
Redazione de Il Legionario
inserita 7 mesi fa
208
10:00
1799
• 1 – 0 gol di Soares



Il Porto riesce a passare con un gol derivante da una pressione costante degli attaccanti portoghesi sui difensori giallorossi, quest’ultimi incapaci di trovare una soluzione rapida per scaricare la palla.
A cadere in trappola è Manolas che, non sapendo a chi dara la palla, si fa contrastare da Marega, il quale con la sua forza fisica strappa il possesso al difensore greco e fa partire un attacco veloce dalla sinistra, Roma scoperta, palla rasoterra al centro dell’area che viene messa in rete da Soares, di prima, a pochi metri da Olsen.
Nel primo tempo la Roma si è fatta schiacciare troppo e gli attaccanti non sono riusciti a liberarsi dei marcatori, lasciando in seria difficoltà i difensori nell’impostazione del gioco.


• 1 – 1 rigore procurato da Perotti



La Roma trova il gol del pareggio su calcio di rigore procurato da Perotti.
L’esterno giallorosso è stata una spina nel fianco per i difensori del Porto e sono riusciti a fermarlo solamente con dei falli. In questo caso Diego è stato atterrato in area dopo aver eseguito alla perfezione la sua solita finta a rientrare e convergere verso il centro dell’area, il difensore del Porto non può far altro che sgambettarlo e fare fallo da rigore.
De Rossi è freddissimo a spiazzare Casillas e portare la Roma sull’1 a 1.



• 2 – 1 gol di Marega



Il Porto riesce a passare in vantaggio nel secondo tempo mantenendo costante la pressione alta.
Gli attacchi più pericolosi sono arrivati sempre dalla fascia destra giallorossa, esattamente come nel gol del 2 a 1. Karsdorp si ritrova solo contro due avversari, non viene aiutato né da Zaniolo né da Pellegrini, così si fa saltare con troppa facilità da Corona che è bravo a fare come Perotti, rientrare sul destro e far partire un cross al centro, tagliato. I difensori della Roma colpevolmente immobili, Marcano guarda Marega ma non lo segue, Kolarov non fa la diagonale e per il grosso attaccante del Porto è facile buttare dentro il pallone con un piattone destro al volo.
Male tutta la fase difensiva, per tutta la partita, con Zaniolo che non ha mai aiutato Karsdorp preso sempre in velocità dagli esterni del Porto. Errori da principianti per Marcano e Kolarov.


• 3 – 1 rigore procurato da Fernando



La partita prosegue nei supplementari e dopo varie occasioni giallorosse, il Porto riesce a tirare fuori un po’ di forze e durante un attacco, al 113’ Florenzi compie una grande ingenuità: trattiene Fernando, senza alcun motivo, in quanto il giocatore del Porto non sarebbe mai arrivato sul pallone, e lo butta a terra in area.
Malissimo Florenzi, pecca ancora di ingenuità e di inesperienza. Era già successo contro il Genoa, con la spinta inutile su Pandev, ma era stato graziato. In Europa non viene perdonato.


Matteo Bianchetti



Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata