Mercato

Pallotta libera tutti

di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita 24 giorni fa
439
7:00
633
Ultime 48 ore: Manolas in partenza per Napoli, Nzonzi disperso a Ginevra, Zaniolo ascolta le sirene bianconere ed El Shaarawy si siede al tavolo per un eventuale rinnovo, dopo screzi nella trattativa con lo Shanghai Shenhua.

Dal 13 maggio in poi la Roma sembra esser entrata in una spirale di caos. Il mancato rinnovo a De Rossi prima e l’abbandono del ruolo in società di Totti poi hanno creato un forte malumore nella tifoseria.

La partenza di Kostas Manolas sembra essere solo l'ultimo atto di una storia che non riesce in alcuna maniera a trovare un lieto fine, almeno per il momento. Dopo i rifiuti di Conte e Gasperini, non sembra che l'arrivo di mister Fonseca abbia fatto guadagnar fiducia al progetto giallorosso che è in totale “ricostruzione”. Si riparte dai giovani, si salutano i senatori, tra cui Edin Dzeko che sembra aver trovato un accordo nelle ultime ore con l'Inter sulla base di 10 milioni di euro e un giovane, in pole tra tutti Vergara.
Le pressioni nerazzurre non si fermano però solo al bosniaco, ma si concentrano anche sui due terzini titolari: Kolarov e Florenzi, fortemente voluti proprio dal mister Conte. A questo ci si devono aggiungere anche i contatti tra la Juventus e Zaniolo: il giovane toscano, preoccupato anche dalla notizia della cancellazione del ritiro di Pinzolo, sembra aver riaperto uno spiraglio ai campioni d'Italia.

La domanda giunge ora spontanea: la Roma da dove, ma soprattutto, da chi riparte? I nomi sicuri al momento non sono molti: Fazio, Perotti, Cristante, Pellegrini. Il centrocampista romano in queste ore è al tavolo col nuovo (e finalmente ufficiale) DS Petrachi per un rinnovo, così come farà nei prossimi giorni Stephan El Shaarawy, reduce da una trattativa infruttuosa con lo Shanghai Shenhua, anche se l'ingaggio sembra tener più lontane le due parti.
A tutto ciò si aggiunge la “scomparsa” del mediano francese, campione del mondo, Steve Nzonzi, assente alle visite mediche di squadra e in trattativa con l'Olympique Lione. La squadra francese avrebbe avanzato una prima proposta intorno ai 20 milioni, la Roma vorrebbe arrivare a 25, cifra minima per evitare una minusvalenza.

Con tutte queste voci in uscita, l'unico in entrata è Amadou Diawara, arrivato come “contropartita” nell'affare Manolas, valutato ben 22 milioni di euro e aggiunto agli altri 14 per raggiungere la cifra della clausola del greco.
Altre voci riguardano poi il difensore spagnolo Bartra, valutato 25 mln dal Betis; Perin e Spinazzola, che potrebbero essere inseriti nell'affare Zaniolo e infine Ismaily e Taison, che Fonseca vorrebbe portare con sé da Donetsk.

Con il turno preliminare di Europa League in programma in casa il 25 luglio (c’è stata la cancellazione del ritiro a Pinzolo che potrebbe far pensare all’ammissione diretta ai gironi, ma è anche vero che a tutt’oggi la Uefa non ha ancora preso nessuna decisione nei confronti del Milan), la Roma deve prima di tutto riorganizzarsi interiormente, recuperare il rapporto con la tifoseria e trovare nuovi innesti che possano dare qualche aspettativa in più all'ambiente. Il tempo stringe...

Giovanni Acone




Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata