In & Out

Napoli Roma 1-1 - In & Out

Al Maradona va in scena il big match di Pasquetta. A cura di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita un mese fa
205
3:00
866
Al Maradona va in scena il big match di Pasquetta. I cammini di Roma e Napoli si incrociano per due obiettivi diversi: i partenopei rincorrono lo Scudetto, i capitolini l’ultimo posto per la Champions League. La prima frazione è povera di emozioni: il rigore causato da Ibañez che porta al vantaggio di Insigne (Rui intuisce ma non ci arriva) e la traversa su punizione di Pellegrini sono le uniche azioni degne di nota. Nella ripresa Mou cambia qualche pezzo e la Roma impone un dominio nel gioco, il Napoli prova a colpire in contropiede, ma Smalling fa buona guardia. Abraham spreca una buona occasione e Mancini ci va vicino di testa.
L’arbitro “Di Paolo” (cit. Mourinho) non caccia fuori Zanoli, che più e più volte interviene sulle caviglie dei giallorossi, e decide di non intervenire né sullo scontro Zaniolo-Meret e nemmeno sul successivo angolo quando il portiere colpisce con un pugno Ibañez. Il pareggio arriva al 91’ con El Shaarawy che finalizza su un passaggio di suola all’indietro di Abraham e spinge i suoi a cercare la vittoria. La Roma torna però a casa solo con un punto, con la sensazione che si sarebbe potuto ribaltare il risultato, ma anche la consapevolezza di essere una squadra che non si arrende mai.
Contro l’Inter mancherà il diffidato Zaniolo, uscito anticipatamente per una storta, che potrà però recuperare e riposarsi per l’andata contro il Leicester.


IN

Chris Smalling

Davanti aveva un rinomatissimo Osimhen, ennesimo bomber implacabile che però si schianta contro il muro inglese. Devia un tiro da posizione pericolosa e ravvicinata della punta nigeriana e serra i ranghi, richiamando all’ordine contro le involate di Lozano e Insigne. Se i suoi si possono spingere alla ricerca del gol, è dovuto anche alla sicurezza che dà in fase difensiva.

Stephan El Shaarawy
Parte carico e scucchiaia per Zaniolo, che non finalizza. Zalewski gli cede tutta la fascia sinistra e non delude. Il faraone non è mai in ritardo, arriva quando serve, ed ecco che al primo di recupero risponde presente alla chiamata di Abraham. Terzo gol oltre il novantesimo ed il sorriso ritrovato. Se ci fossero stati dieci minuti in più avrebbe certamente punto ancora.


OUT

Roger Ibañez

Confesso di essere un suo grande estimatore, ma ne riconosco anche la gravosità dell’errore da cui nasce il rigore. Roger in questi big match alterna partite di gran livello, ad altre in cui è poco lucido e sbaglia. Stavolta prende Lozano invece che il pallone e la frittata è fatta. Sul finire di partita contiene alla grande Osimhen su un lancio lungo che avrebbe potuto chiudere i conti. Gli errori capitano a tutti, potrà rifarsi già sabato pomeriggio.

Sergio Oliveira
Non riesce a dare ciò che ci aspettavamo da un giocatore di grande esperienza. Soffre Lobotka e da un suo passaggio impreciso nasce anche un pericoloso pallone che il Napoli non sfrutta. Son mancati i lanci lunghi e precisi visti nelle precedenti occasioni e anche Mourinho preferisce chiamarlo fuori per mettere un Veretout più solido.


Giovanni Acone





Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata