Pagelle
APPROFONDIMENTI

Napoli Roma - Le pagelle (con video)

di Emanuele Grilli
Redazione de Il Legionario
inserita 8 mesi fa
172
10:00
121212
OLSEN 7: Dimostra partita dopo partita di essere migliorato sotto tutti i punti di vista, sia nel tempo delle uscite, sia nella reattività e persino nel dialogo con i compagni. Sul gol nel finale non può veramente far nulla, ma sono pienamente soddisfatto della sua prestazione. Bene così!

SANTON 6: Nel primo tempo corre con discreta grinta su tutta la fascia destra, iniziando anche qualche buona trama di gioco insieme ai compagni offensivi. Nella ripresa, con l'aumentare del pressing partenopeo, comincia ad andare un po' in confusione, ma nonostante tutto una sufficienza striminzita riesce a portarsela a casa.

MANOLAS 7: Senza dubbio uno dei migliori in campo di tutta la squadra, autentico baluardo difensivo dal primo minuto fino alla sostituzione obbligata. Anticipi puliti ed efficaci, tanti buoni passaggi e una chiusura monumentale su un gran tiro di Insigne. Preghiamo che torni presto!

J. JESUS 6: Torna da titolare in virtù delle pessime prove di Fazio e nel complesso non demerita particolarmente. Al contrario, soprattutto nel finale, si rende protagonista di anticipi di testa e in scivolata molto importanti, che hanno mantenuto il vantaggio almeno fino al primo minuto di recupero.

KOLAROV 5: Purtroppo non posso dargli un voto migliore perchè per gran parte della partita non riesce minimamente a contenere le offensive dei padroni di casa, sbagliando in occasione del pareggio perdendosi Mertens in marcatura e lasciandolo libero di colpire in rete. Peccato davvero!






DE ROSSI 7: A 35 anni suonati rimane il baluardo più imponente di tutta la squadra giallorossa. Aiuta la squadra, recupera palloni, dialoga con i compagni, non è un caso che dal suo infortunio in poi la Roma abbia cominciato a subire di più la pressione dei partenopei. Un gigante.

NZONZI 5.5: Nel primo tempo colleziona in pochi minuti una quantità imbarazzante di palloni persi, salvo poi riprendersi leggermente nella ripresa con tanti anticipi di testa e una maggiore sicurezza nella gestione palla. Purtroppo però, non basta per convincermi a dargli una sufficienza piena.

C.UNDER 5.5: Nella prima mezz'ora di gioco riesce a duettare molto bene con Edin Dzeko, fornendogli uno splendido assist e correndo con facilità sulla fascia. Col passare del tempo però si spegne e viene sempre fermato dai difensori napoletani, uscendo nella ripresa per un Florenzi più equilibrista.

PELLEGRINI 6.5: Come il portiere Olsen dimostra partita dopo partita di acquisire molta più sicurezza e caparbietà, con tanti anticipi efficaci e un senso di leadership costante all'interno del gruppo. Se continuerà così, dubito che Pastore possa facilmente prendergli il posto da titolare.

EL SHAARAWY 7: Il gol è sicuramente un po' fortunoso, visto che la palla colpisce il palo ed entra per pochssimo. Bisogna però premiare assolutamente la grinta costante dal primo all'ultimo minuto, indispensabile per fermare il pressing napoletano e far respirare la propria squadra.

DZEKO 6: Inizia con una fucilata pazzesca uscita fuori di un nonnulla, poi ci riprova su assist di Under e viene fermato dalla testa di Albiol sulla riga. Da quel momento in poi viene bloccato di continuo dai difensori partenopei, ma non disdegna di rientrare in fase difensiva e dare una mano ai propri compagni.

CRISTANTE 4.5: Mi auguro di cuore che abbia solamente un blocco psicologico perchè la sensazione di aver buttato 30 milioni sta cominciando a diventare sempre più forte. Non corre, non pressa, non fa nulla, un danno totale per la manovra di gioco giallorossa. Mah.

FLORENZI 6: Entra per dare equilibrio alla manovra e non si segnalano errori dalle sue parti. Sufficienza di stima quindi tutto sommato meritata.

FAZIO sv: Entra nei minuti finali e la Roma prende gol, ma visto che non è colpa sua non posso dargli un voto negativo.

DI FRANCESCO 6: Mette in campo la migliore formazione possibile e fino all'infortunio di De Rossi le cose vanno anche abbastanza bene. Con l'uscita del capitano e l'ingresso di Cristante però la squadra non ritrova più la solita sicurezza, finendo per subire spesso le offensive dei partenopei e perdendo il vantaggio a soli 3 minuti dal termine. Il mister però, almeno in questo caso, non ha colpe.

VOTO DI SQUADRA 6: Resto dell'idea che per me abbiamo fatto il massimo che potevamo fare con i giocatori attuali e soprattutto con gli infortuni che abbiamo dovuto subire. La squadra ha difeso molto bene nella prima parte di gara, costringendo il Napoli a numerosi tiri da fuori senza particolare successo. Nella ripresa, con l'uscita dei leader De Rossi e Manolas la squadra come ovvio che sia ha fatto più fatica, subendo il pareggio ma portandosi comunque a casa il quarto risultato utile consecutivo al San Paolo.


Emanuele Grilli



Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata