In & Out

Milan Roma 3-3 - In & Out

a cura di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita 28 giorni fa
270
0:00
622
Tre volte rischia di cadere nell’inferno rossonero, tre volte la Roma si rialza. Che questo fosse un match difficile si sapeva, che i giallorossi avrebbero fatto di tutto per mantenere la striscia di risultati utili consecutivi, pure; così è stato. Alla doppietta di Ibra e al gol di Saelemakers rispondono il solito Dzeko, Veretout e Kumbulla (al secondo centro consecutivo). Un punto che lascia l’amaro in bocca ad entrambe le squadre vista soprattutto la direzione di gara di Giacomelli, reo di aver fischiato due rigori al limite dell’assurdo, senza interpellare il VAR.


IN

Lorenzo Pellegrini

Non va a segno, ma regala l’assist da calcio d’angolo per Dzeko e una prestazione da trascinatore. È sul pezzo, consente ai suoi di pungere la difesa avversaria grazie a passaggi precisi ed attenti.
Finalmente il migliore in campo, una prestazione da capitano per un giocatore che era fin troppo in ombra nelle scorse settimane. Uscire con questo risultato dal San Siro è merito soprattutto della grinta e dell’impegno messi dal numero 7.

Antonio Mirante
Incolpevole sulle situazioni che portano ai gol del Milan, Mirante tiene duro e chiude la porta in faccia a Calhanoglu e Leao. Nel finale salva il risultato concedendo l’unico brivido al 96’, sbagliando l’uscita. In una settimana in cui si parla di rinnovare ancora il suo contratto con la Roma e la promessa di un ruolo anche a carriera finita, Antonio dimostra di aver ancora tanto da dire.

Edin Dzeko
Da un suo errore nasce il primo vantaggio del Milan, dalla sua testa invece il pareggio. Il bosniaco fa 109, sorprendendo la difesa rossonera da calcio d’angolo e beffando Tatarusanu. Nella ripresa gli capita tra i piedi una buona occasione per firmare al volo la doppietta e rispondere al 2-1, ma il tiro finisce di poco alto. Ancora un perno nelle fasi di costruzione del gioco e nel far girare palla, nel primo tempo con un’azione in solitaria sulla fascia sinistra si tira dietro tutta la retroguardia rossonera, ma la gioia del gol viene bloccata solamente dal piede di Kjaer. L’esultanza al gol di Kumbulla è quella di chi ancora zittisce le voci e dimostra il suo amore per la maglia.



OUT

Rick Karsdorp

Sembra partire bene con qualche guizzo in zona offensiva, ma l’olandese, seppur chiamato all’ultimo a presentarsi al gran test del lunedì sera, soffre troppo Leao, obbligando spesso e volentieri Pedro a tornare dalle sue parti. Per fortuna per lui trova un Theo Hernandez in serata no. Fonseca lo fa uscire per un Bruno Peres traballante, c’è bisogno di più tenacia sulla fascia.

Leonardo Spinazzola
In una serata in cui gli esterni difensivi sfigurano, Spina non riesce a dare il meglio di sé, trovandosi più volte a sbattere contro Calabria. È sembrato forse ancora un pò affaticato dagli scorsi match e sono mancate alla Roma anche le grandi occasioni che lui solitamente crea. Si rifarà di certo nella prossima partita.


Giovanni Acone




Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata