Pagelle
APPROFONDIMENTI

Milan Roma 0-2 - Le Pagelle (con video)

di Emanuele Grilli
Redazione de Il Legionario
inserita 2 mesi fa
785
7:00
888
ALISSON 6.5: Mantiene la porta inviolata per la quinta partita su sei di campionato, salvando prontamente su una conclusione insidiosa di Leonardo Bonucci. Partita dopo partita sta diventando sempre più sicuro e attento, un bene per lui e per tutta la Roma.

B. PERES 5: Il confronto con Rodriguez è semplicemente imbarazzante, lo svizzero lo prende e se lo mangia a colazione dal primo all'ultimo minuto. Con i cross la situazione non cambia, non riesce mai a fornire palloni interessanti e spesso si perde in un bicchiere d'acqua.

MANOLAS 7: Sia in velocità che di testa riesce sempre a trovare il giusto tempismo, anticipando con caparbietà quasi tutti i lanci per gli attaccanti rossoneri. L'unica nota lievemente negativa, la solita insofferenza che ad ogni contrasto fa pensare a un grave infortunio.





FAZIO 7: Una bella rivincita per quelli che lo consideravano inadatto alla difesa a quattro. Nonostante la velocità di Andre Silva non si fa mai trovare impreparato, riuscendo con grinta e muscoli a rendere la vita più semplice a compagni e portiere. Continua cosi.

KOLAROV 6: Rispetto al compagno di reparto Peres è molto più attento e concentrato sia in fase difensiva che offensiva. Non crea occasioni particolarmente pericolose, ma non si fa mai trovare impreparato, e per prendere la sufficienza va benissimo cosi.

DE ROSSI 6: Prestazione senza infamia e senza lode per capitan futuro, che dopo un primo tempo sterile cresce con il passare dei minuti, sbagliando sempre meno passaggi fino alla fine della partita. Il carattere dei campioni.

STROOTMAN 6: Rischia subito di segnare un gol da cineteca ma il suo sinistro dai 45 metri finisce a lato di poco, poi dopo un duro contrasto con Borini è costretto a uscire dolorante. Il sei è di stima, ma nel periodo in campo non è sembrato particolarmente ispirato.

NAINGGOLAN 7: Prestazione al diesel per il ninja giallorosso, che nel primo tempo appare troppo spento e fuori dal gioco, mentre nella ripresa si diverte a recuperare palloni e a procurare con un gran tiro il 2-0 di Florenzi.

FLORENZI 7: Anche lui nel primo tempo non partecipa particolarmente alla manovra di gioco giallorossa, sbagliando spesso la misura dei calci d'angolo tirati. Nella ripresa ha il merito di crederci maggiormente e sul tiro di Nainggolan è il più lesto ad insaccare per il raddoppio. Te lo meriti tutto!

DZEKO 7.5: Per almeno un ora la sua prestazione è insufficiente sotto tutti i punti di vista, poi gli basta un quarto d'ora ad alti livelli per decidere la partita con un gran tiro dalla distanza e un assist stupendo per Nainggolan che poi porterà al 2-0 giallorosso. Sempre più determinante per la squadra giallorossa.

EL SHAARAWY 5: Finora ogni volta che era tornato a Milano da ex era sempre riuscito a lasciare il segno, questa volta invece si contende con Bruno Peres la palma di peggiore in campo. Non riesce mai a saltare l'uomo, non crea nessun pericolo davanti e a tratti non si nota neanche la sua presenza in campo. Impalpabile.

PELLEGRINI 6.5: Entra in campo fin da subito con il piglio giusto, prendendo le redini del centrocampo con grinta e concentrazione. Sul gol del vantaggio è molto abile ad avanzare e a saltare tutto il centrocampo rossonero, permettendo a Dzeko di controllare e tirare con precisione il gol dell'1-0.

J. JESUS sv: Entra nel finale per uno stanco Manolas e non compie nessun errore particolare.

GERSON sv: Gioca gli ultimi minuti della partita toccando pochi palloni per dargli un giudizio.

DI FRANCESCO 7: Mette in campo una formazione equilibrata nonostante le mancanze di Perotti, Schick e Defrel nel reparto offensivo. Nella ripresa decide di spostare Nainggolan più in avanti, e con questa mossa ha deciso il risultato finale. Dimostra con questa partita di saper vincere anche contro avversari ostici e complicati, una bella soddisfazione.

VOTO DI SQUADRA 7: Un voto ampiamente positivo per una prestazione non eccezionale ma cinica al punto giusto, uno dei passi in più da fare per diventare una grande squadra. Le occasioni con il Milan si sono equivalse, ma abbiamo avuto il merito di crederci maggiormente e di segnare proprio nel momento migliore dei rossoneri, demoralizzandoli ulteriormente in tutto e per tutto. Bene cosi!

Emanuele Grilli



Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata