Triplice fischio

Mamma... la Roma!

In Turchia una super Roma supera il Basaksehir per 3-0
Redazione de Il Legionario
inserita 2 mesi fa
226
0:00
1044
La Roma scende in campo con il solito 4-2-3-1: Pau Lopez; Santon, Mancini, Smalling, Kolarov; Diawara, Veretout; Zaniolo, Pellegrini, Kluivert; Dzeko. Il Basaksehir risponde con un 4-3-3: Gunok; Ponck, Skrtel, Epureanu, Clichy; Azubuike, Topal, Kahveci; Visca, Crivelli, Gulbrandsen.

Il leitmotiv della partita è subito chiaro con la Roma che gestisce il possesso palla e iI Basaksehir che aspetta per cercare di colpire in ripartenza.
Al 5° i turchi ci provano con Visca il cui tiro finisce a lato, la Roma risponde al minuto 14 con Dzeko che da fuori area fa partire un tiro forte, ma troppo centrale per impensierire il portiere.
La Roma non ha timore e si riversa in avanti lasciando i soli Mancini e Smalling a vedersela con gli attaccanti avversari. Al 19° è proprio i giovane difensore italiano a stoppare in maniera perfetta un tiro a botta sicura di Crivelli.
Al minuto 22 ennesimo errore arbitrale a scapito dalla Roma in questa Europa League, Zaniolo entra in area e viene abbattuto da un difensore turco proprio al momento del tiro, Hategan lascia correre. Al 28°, però, l’arbitro non può fare a meno di concedere il rigore per fallo di mano di Topal che neutralizza con il braccio un tiro di Pellegrini. Sul dischetto va Veretout che spiazza il portiere.
Al 35° viene ammonito Kolarov che rimedia ad un errore in disimpegno di Diawara spendendo un giallo.
Al minuto 40 arriva il raddoppio della Roma con Pellegrini che lancia ottimamente Kluivert, l’olandese entra in area e di destro batte Gunok.
La Roma gioca in scioltezza e nei secondi finali del primo tempo trova ancora il gol: un fantastico Pellegrini serve un altro assist al bacio, questa volta per Dzeko, il bosniaco non sbaglia e realizza il 3-0 per i giallorossi e il suo venticinquesimo gol in Europa, il decimo in Europa League.

La ripresa inizia così come era finito il primo tempo, con la Roma che tiene in mano le redini del gioco. Dopo soli 8 minuti prima sostituzione per i giallorossi, esce Kolarov per Spinazzola. Al minuto 54 episodio gravissimo con Pellegrini che va per battere un calcio d’angolo e viene colpito da un oggetto lanciato dagli spalti, il centrocampista deve lasciare momentaneamente il terreno di gioco perchè perde sangue dalla testa.
Dopo circa 5 minuti il gioco riprende con Pellegrini che con una vistosa medicazione alla testa va a battere il calcio d’angolo, il pallone arriva a Diawara che non riesce a colpire pulito e centrare la porta.
Al 65° splendida punizione di Pellegrini che arriva sulla testa di Mancini che però spedisce fuori.
Al 71° escono Pellegrini e Dzeko per Under e Mkhitaryan, Zaniolo va a fare la prima punta. Il turco ci prova al 79°, ma cicca il tiro a volo su cross di Spinazzola. La squadra di Fonseca non ha fretta e gestisce il vantaggio senza forzare le giocate. Dopo sette minuti di recupero la Roma vince per la prima volta nella sua storia europea in Turchia e si porta al secondo posto nel girone J di Europa League, a pari punti con il Borussia Mönchengladbach vincente a Wolfsberg per 1-0. Nell’ultima giornata del girone i tedeschi si giocheranno la qualificazione proprio con i turchi del Basaksehir, mentre per la Roma la strada sarà più agevole con la sfida in casa contro il Wolfberg già fuori dai giochi.




Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata