La settimana giallorossa

Maledizione infortuni e la voglia di non fermarsi: la settimana giallorossa

a cura di Marco Paluzzi
Redazione de Il Legionario
inserita 10 giorni fa
229
7:00
511
Dopo il pareggio avvenuto in trasferta contro il Wolfsberg, la Roma è alla ricerca di riscatto. La squadra di Fonseca, nella giornata di domenica, sfiderà il Cagliari di Maran, una squadra che nell’ultima sessione di mercato è uscita piuttosto rinforzata. Tra i tanti acquisti fatti dai gialloblù, a spiccare sono soprattutto due ex romanisti: Olsen e Radja Nainggolan. I due giocatori del Cagliari saranno, molto probabilmente, della partita e per loro potrebbe essere la giusta occasione per mettersi in mostra. La Roma, invece, dopo il pareggio in Europa League e il brutto, ennesimo, infortunio di Davide Zappacosta, è pronta a dare continuità ai suoi risultati cercando di non allontanarsi troppo da quello che è l’obiettivo minimo di quest’anno, il quarto posto. Ma vediamo nel dettaglio come è stata questa settimana giallorossa.



Addio a mamma Esperia e la sfida a Nainggolan: tra presente e passato

Una delle notizie della settimana e che ha commosso il popolo giallorosso è sicuramente la scomparsa di Esperia De Falchi, mamma di Antonio De Falchi, il tifoso della Roma ucciso durante una partita in trasferta contro il Milan e che ha segnato la vita della donna che si è spenta venerdì all’età di 89 anni. Tanta la commozione tra le fila romaniste per una donna che, con il tempo, è diventata uno dei simboli del tifo giallorosso, un punto di riferimento per chi, quel maledetto giorno, ha assistito alla tragica scomparsa del figlio.

Tornando sull’argomento calcio, domenica la Roma sfiderà il Cagliari e le attese saranno molte. Tra queste c’è sicuramente il ritorno all’Olimpico di un grande ex: Nainggolan. Il belga, che ha dato il suo addio due anni fa tra tantissime polemiche, non ha mai nascosto che il suo sogno sarebbe stato di finire la carriera proprio nella Roma, squadra per la quale ha giocato quattro anni. Il destino, però, a volte è beffardo e domenica, per lui, ci sarà l’occasione di dimostrare a qualche dirigente di aver sbagliato.
La squadra di Fonseca, invece, arriva al match con l’infermeria quasi al completo (strano!). Dopo lo stop di Zappacosta, operato al crociato ieri e che ne avrà sicuramente per tantissimo tempo, non dovrebbe essere della partita neanche Alessandro Florenzi. Il terzino di Vitinia ha accusato una sindrome influenzale. Spazio quindi a Leonardo Spinazzola che dovrebbe giocare a destra. Al centro della difesa dovrebbe riposare Mancini, al suo posto giocherà Fazio in tandem con Smalling. Complice l’infortunio di Pellegrini, anche lui operato al piede, Veretout dovrebbe essere spostato più avanti. Dighe di centrocampo dovranno essere Diawara e Cristante. Zaniolo e Kluivert, invece, saranno le ali al fianco di Edin Dzeko.


Lourdes o Trigoria, quota infortunati arriva a 61

Qualcuno comincia a stufarsi, è inevitabile. Quello di Davide Zappacosta è l’ennesimo infortunio che ha colpito la Roma. Il terzino ciociaro , arrivato proprio questa estate dal Chelsea, si è rotto il crociato nell’ultimo allenamento ma, oltre a lui, da inizio campionato sono diventati già nove gli infortunati. I più preoccupanti, oltre al terzino, sono quelli di Pellegrini, Under, Perotti e anche Mkhitaryan. La Roma, dal canto suo, le ha provate tutte. Quest’estate sono subentrati dei nuovi fisioterapisti e, addirittura, è stato messo un radiologo fisso a Trigoria che ha a disposizione dei macchinari di ultima generazione per controllare a caldo gli infortuni. I campi si stanno rifacendo. Sono state chieste informazioni al Real Madrid per capire al meglio la gestione di quest’ultimi. Insomma, si arriverà mai a capo di questo problema? Si accettano miracoli.


Marco Paluzzi






Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata