La Sfera dei Capricci

La sfera dei Capricci: E Smalling azzannò…

una rubrica di Franco Costantini
Redazione de Il Legionario
inserita 3 mesi fa
940
3:00
1377
O Musa Pedatoria,
o Sfera dei Capricci:
raccontaci una storia,
e «Daje Roma!» dicci…



Andiamo a Torino, contro la Juve, a punteggio pieno. Ricordo una situazione analoga di qualche anno fa: era il 2014, e la Roma di Garcia (15 punti nelle precedenti 5 gare!) uscì sconfitta per 3-2; ma tutti e tre i gol bianconeri furono assolute invenzioni dell’arbitro Rocchi (due rigori inesistenti, e un “fuorigioco non visto” sull’ultima rete di Bonucci).
Quel ricordo è fastidioso, e non mi rende ottimista (anche considerando le prestazioni arbitrali dell’ultima stagione, che ci hanno pesantemente penalizzato).
Sia chiaro: nella squadra e in Mou ho piena fiducia; so che i Lupi daranno il massimo, impegnandosi fino all’ultimo secondo di recupero. A rendermi pessimista sono considerazioni extracalcistiche.


Juve-Roma? Trasferta non agevole.
Ma d’altra parte sono consapevole
che contro tutti e tutto (anche la storia)
la Roma lotterà per la vittoria.

***

Roma Cremonese 1-0

Lì davanti, la nostra Lupa ha sprecato un po’ troppo (ed è la seconda volta consecutiva). Ma per il resto si è confermata squadra solidissima. Ha concesso un paio di occasioni all’ottima Cremonese, è vero; ma una di queste (la traversa colpita da Dessers) era viziata da un fallo dell’attaccante sul nostro Mancini.
Peccato per l’infortunio alla spalla di Zaniolo: il ragazzo era in formissima, e avrei voluto vederlo contro la Juve a Torino.
Tra i migliori in campo, oltre a Nicolò, il geniale Pellegrini e il risolutore Smalling.

La Cremonese è dura formazione;
sì dura, che ricorda il suo torrone;
ma quel torrone alfine si tritura
per la zanna di Smalling, ch’è più dura.

***

Gli anagrammi della settimana

1. Dedicato all’ultima partita.

Piegando la Cremonese, la Roma (o bella!)
si insediò lì, tra le tre di testa

Marcatore è il solito e inossidabile Smalling,
potente leader d’area

*

2. Dedicato al nostro fantastico quartetto d’attacco (l’anagramma è già uscito recentemente sui social, pubblicato da Ermes79 e dal sottoscritto, ma ci sembra giusto riproporlo).

In azione, la Roma par bella: ha i “golden boys”!
→ (sono Abraham, Dybala, Pellegrini e Zaniolo)

*

3. Dedicato all’atteso ultimo colpo di mercato, sperando che arrivi davvero (onore a Belotti, perché ha scelto di aspettarci: vuole a tal punto la Roma, che ha rifiutato tante altre lusinghiere offerte).

Andrea Belotti:
→ atleta di nerbo


Franco Costantini





ULTIMI ARTICOLI

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata