La Sfera dei Capricci

La sfera dei capricci: Solo Roma (il resto è furto)

Una rubrica di Franco Costantini
Redazione de Il Legionario
inserita 12 giorni fa
841
7:00
1222
O Sfera che Sublime
del calcio crei l’idioma…
ispirami due rime
(e sempre Daje Roma!)


Roma Inter 3-1 (sì, avete letto bene)

Se nel titoletto avessi scritto "2-2", avrei di fatto avallato una rapina. Avrei commesso "apologia di reato". Sarei stato complice e correo. Il risultato (reale nella sua equità, equo nella sua realtà) è appunto 3-1: doppietta "di rigore" per Kolarov, gol di Under, Icardi per "la bandiera" (da citare anche il palo di Florenzi, nonché la rete giustamente annullata a Keita per precedente fallo su Zaniolo).

Risultato (e arbitraggio) a parte, è stata una Roma più che decente per intensità e concentrazione. Ai miei occhi, tuttavia, tre giocatori sono apparsi insufficienti. Il primo è Juan Jesus: nell'azione - seppur irregolare - del gol di Keita, tenta maldestramente l'anticipo in corner; mancando la palla. Il secondo è Santon: si avventura in dribbling nella propria metà campo, perde palla, consente la ripartenza da cui scaturirà l'angolo del gol di Icardi. Il terzo è Nzonzi: imperdonabile (anche se ininfluente) il suo errore in appoggio nel finale di gara. Anche Di Francesco non mi ha convinto: perché sostituire i migliori in campo? Under e Zaniolo, tra l'altro, non sono certo "vecchietti" a corto d'ossigeno... Senza loro due, nel finale, la Roma ha perso gran parte del suo smalto.

Urge però celebrare in endecasillabi l'ottima prova dei giallorossi. E lo farò con un... "anti-distico": due versi, cioè, dedicati agli antagonisti, versi in cui la Roma non sarà nemmeno nominata.


Sembrano i nerazzurri tanti brocchi. Il migliore tra lor? Gianluca Rocchi...


*

Il "furto" in un anagramma

Arbitro Gianluca Rocchi,
--->
rubi la gara con "ritocchi"


*

Il Pallone d'Oro... e l'ipocrisia

Non sono certo un tifoso di Cristiano Ronaldo: mi era antipatico ad inizio carriera, figuriamoci ora che veste bianconero... Tuttavia, credo di essere obiettivo. Secondo me, avrebbe meritato il Pallone d'Oro; ha ri-vinto la Champions come Modric, ma (rispetto a Modric) ha fatto qualcosina in più: ovvero quel gol in rovesciata (a Torino) che resterà per sempre tra i più belli del millennio. Ad ogni modo, so esattamente cosa hanno pensato i giurati: «In questo momento è troppo "chiacchierato"; è stato persino accusato di stupro: ergo, meglio che non vinca». L'ipocrisia del ragionamento è evidente. Lo dimostrerò con la forza iperbolica di una analoga considerazione:

«Caravaggio uccise un uomo... Ergo, i suoi quadri fanno schifo».


Franco Costantini


Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata