La Sfera dei Capricci

La Sfera dei Capricci: Quattro traverse e mille traversie

Una rubrica di Franco Costantini
Redazione de Il Legionario
inserita 6 mesi fa
820
3:00
1188
O Capricciosa Eupalla,
del calcio Diva e Musa:
di luce rossa e gialla
Tu brilli circonfusa…



Mancano solo due partite. Ad importanza crescente.
Prima la trasferta di Torino, e poi la finale di Tirana.
(Dopo tanta fatica in salita, speriamo si metta in discesa).


Il campionato fu… duro parecchio,
con impervi sentieri ed erte vie.
La gara col Venezia n’è lo specchio:
quattro traverse e mille traversie…

*

Roma Venezia 1-1

Vabbè, una distrazione difensiva al primo minuto di gioco… E poi tanta voglia, tanta corsa, tanto gioco, tanti tiri… e tanta jella.
I numeri parlano: conclusioni a rete 46 contro 4; possesso palla 68,8%; calci d’angolo 20 contro 2.
In 46 tiri, soltanto un gol (Shomurodov), miracoli a frotte di Mäenpää… e quattro traverse (due di Pellegrini, una di Cristante, una di Zalewski). Ma non voglio più commentare, voglio solo sfogarmi. In settenari.


Le ingiurie più diverse,
insulti e villanie,
imprecaziôn perverse
e varie blasfemie,
d’un tratto son emerse
tra le parole mie:
“mortacci” a le traverse,
“mortacci” a traversie!

*

Gli anagrammi della settimana

1.
Un anagramma per esorcizzare la jella…

La morale di Roma-Venezia?
→ Malora! Vera maledizione!

2.
… e un altro per promuovere la buona sorte:

Nello stadio di Tirana, un amore tanto sincero…
→ E io, tra insonni, attendo di esultar con la Roma


Franco Costantini




ULTIMI ARTICOLI

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata